Domenica, 26 Settembre, 2021

Variante Delta in Lombardia, 81 casi (12 a Milano): i dati

Variante Delta Covid e vaccino pochissimi rischi dopo la seconda dose i nuovi dati dal governo inglese In Lombardia scoperti 81 casi di variante indiana. L'assessore Moratti: "Non preoccupa se vaccinati"
Machelli Zaccheo | 16 Giugno, 2021, 09:47

È quanto emerge da fonti interne a Regione Lombardia. In questo mese di giugno si registra una tendenza in calo rispetto a maggio, ma ancor più significativa è la percentuale della cosiddetta variante Delta sul totale delle genotipizzazione, che è stata dell'1,20% a maggio e finora dell'1,15% a giugno. Secondo i nuovi dati dell'autorità sanitaria britannica Public Health England, infatti, il vaccino offre alti livelli di protezione contro la variante Delta, precedentemente denominata indiana.

Sono settimane delicate per la lotta alla pandemia: su un fronte la necessità di tenere positivi i dati sul contagio, sull'altro le preoccupazioni per la variante Delta ma anche per gli effetti collaterali del vaccino AstraZeneca, che hanno portato ad un ulteriore stop per gli under 60 in Italia. Il primo è nella stessa campagna di vaccinazione in quanto dati clinici sui vaccinati indicano che dopo la prima dose del vaccino di AstraZeneca la copertura contro la variante Delta è del 33,5% contro il 51% per la variante Alfa e valori analoghi si riscontrano per il vaccino di Pfizer-BioNTech.

Variante Delta, i casi in Lombardia. "Fare il richiamo fornisce una marcata differenza nella protezione".

La seconda domanda è se la presenza di varianti sia cresciuta. C'è anche il rischio che durante l'estate viaggi e spostamenti possano favorire la comparsa di nuove varianti e "rendere necessario mettere a punto un nuovo vaccino". Finora sono 18.175 i cittadini risultati positivi dopo essere stati vaccinati: 13.225 dopo la prima dose (lo 0,25%) e 4.950 dopo la seconda (lo 0,22%). Per questo, conclude, "è ancora molto importante continuare a usare le mascherine, rispettare il distanziamento, disinfettarsi e lavarsi le mani". Per Johnson è doveroso "rilasciare l'acceleratore" del ritorno alla normalità, perché la diffusione della variante Delta preoccupa: i casi crescono in Inghilterra di circa il 64% a settimana e aumentano i ricoveri, inclusi quelli in terapia intensiva.

I dati dal mondo reale del PHE, pubblicati come prestampa, hanno dimostrato che 2 dosi di vaccino sono efficaci al 92% contro il ricovero in ospedale a causa della variante Delta e non hanno mostrato decessi tra i vaccinati. Lo afferma la vicepresidente della Regione Letizia Moratti in questa intervista dell'agenzia di stampa regionale. "Se si è vaccinati - aggiunge Moratti - anche la variante indiana, come tutte le altre, dovrebbe essere sotto controllo".

Dall'inizio del sequenziamento delle varianti lo scorso 20 dicembre, sono 16.638 i casi di diversi ceppi sul nostro territorio, in prevalenza di variante Alpha (o variante inglese), 11.373 casi, Gamma (o brasiliana), 283 casi, e Beta (o sudafricana), 79 casi.

Altre Notizie