Domenica, 26 Settembre, 2021

In Sardegna Ats stoppa e rinvia (con altri vaccini) 118mila richiami Astrazeneca

Seconda dose con un vaccino diverso da AstraZeneca come funziona e cosa sappiamo finora Astrazeneca, la Lombardia prima sospende la seconda dose con vaccino diverso, poi dà il via libera
Machelli Zaccheo | 13 Giugno, 2021, 12:58

La comunicazione arriva dall'Ulss 5 Polesana che ha recepito le indicazioni del ministero. "La riorganizzazione del programma vaccinale avverrà negli stretti tempi necessari sulla base delle dosi di vaccino disponibili". A livello pratico - dicono dal Welfare - per il momento restano sospesi i richiami oggi e domani per chi aveva ricevuto la prima dose AstraZeneca e aveva l'appuntamento per la seconda in questo weekend.

In attesa dunque del pronunciamento del Comitato Tecnico Scientifico in merito alla somministrazione del vaccino AstraZeneca agli under 60 e sul possibile cambio di farmaco per la seconda dose, il commissario per l'emergenza covid in Umbria, Massimo D'Angelo, ha disposto, precauzionalmente per la giornata odierna (venerdì 11 giugno), la sospensione delle somministrazioni di seconde dosi di vaccino AstraZeneca a tutti i soggetti di età inferiore a 60 anni. Si saprà di più lunedì. Del primo in particolare, in giacenza ora ci sono 323mila vaccini e ne sono previsti ogni settimana circa 500mila in consegna. "Per chi ha più di 60 anni nulla cambia". Ovviamente maggiori chiarimenti, come le critiche su come si sia spesso fatto tira e molla, non facendo altro che creare confusione tra i cittadini, vengono imputate alla cabina di regia e non alla Asl che, anzi, ha portato Rieti tra i comuni presi come esempio soprattutto per gli open day e per il numero di somministrazioni che, ad oggi, a cinque mesi e mezzo dall'inizio della campagna vaccinale ha superato le 100 mila dosi con una copertura in prima dose sopra al 60% e di immunizzati totali al 30%. "Non è una cosa semplice, considerando che la Lombardia è la prima regione italiana nel rapporto tra dosi somministrate e dosi consegnate, il 93,3%".

Altre Notizie