Domenica, 26 Settembre, 2021

Fauci chiede le cartelle cliniche dei ricercatori di Wuhan

Anthony Fauci- Sputnik Italia 1920 Coronavirus nato in laboratorio a Wuhan, Anthony Fauci alla Cina: "Dateci quelle tre cartelle cliniche"
Deangelis Cassiopea | 04 Giugno, 2021, 19:18

"Vorrei vedere le cartelle cliniche dei tre impiegati del Wuhan Institute of Virology che si sono ammalati nel 2019". "E in tal caso, di cosa?", ha detto fauci secondo il giornale economico-finanziario.

L'infettivologo ha anche esortato la Cina a rendere disponibili le cartelle cliniche di sei minatori che si sono ammalati di polmonite virale dopo essere entrati in una grotta di pipistrelli nella provincia cinese dello Yunnan nel 2012.

Le indagini statunitensi si soffermano sui rapporti secondo cui tre ricercatori del laboratorio di virologia di Wuhan, epicentro della pandemia, si erano gravemente ammalati nel novembre del 2019, un mese prima della registrazione dei primi casi di Covid-19.

"Il loro vero scopo ha attirato grande attenzione da parte della comunità internazionale", ha concluso il portavoce nella conferenza stampa quotidiana, auspicando che "gli Usa adottino un atteggiamento scientifico e cooperativo come quello della Cina, invitando gli esperti dell'Oms a svolgere le ricerche sulla tracciabilità del virus". "Cosa dicono le cartelle cliniche di queste persone?", si chiede il virologo americano, "erano portatori del virus?". Scienziati cinesi hanno a più riprese respinto l'ipotesi che il Sars-CoV-2 sia frutto di un errore di laboratorio e contestano che abbia avuto origine a Wuhan: potrebbero essere infatti entrato in Cina attraverso il commercio di animali selvatici o tramite cibo congelato di provenienza straniera. Il virologo, a capo del "National Institute of Allergy and Infectious Diseases", ha ribadito di credere nell'ipotesi della trasmissione del virus all'uomo attraverso gli animali.

Altre Notizie