Domenica, 26 Settembre, 2021

Libero Giovanni Brusca: attivò l'esplosione della strage di Capaci

Franco Lannino  Ansa Franco Lannino Ansa
Deangelis Cassiopea | 02 Giugno, 2021, 08:34

Ed esplode l'ira dei familiari delle vittime: "E' un'offesa gravissima", "Un dolore enorme", affermano.

Fedelissimo di Totò Riina, accusato della strage di Capaci, a un certo punto ha deciso di collaborare con varie procure del Paese. A 64 anni l'uomo che ha premuto il telecomando che generò l'esplosione fatale a Capaci e fatto sciogliere nell'acido il piccolo Giuseppe Di Matteo è, con tutte le cautele previste per un personaggio della sua caratura criminale, una persona libera.

Un ritorno alla libertà che lascia perplessi.

Ora dobbiamo proteggere Brusca: ecco perché - Pietro Grasso invita a riflettere e a non scandalizzarsi della protezione che il ministero ha approntato per Brusca. "Mi auguro solo che magistratura e forze dell'ordine vigilino con estrema attenzione in modo da scongiurare il pericolo che torni a delinquere, visto che stiamo parlando di un soggetto che ha avuto un percorso di collaborazione con la giustizia assai tortuoso".

"Umanamente è una notizia che mi addolora, ma questa è la legge, una legge che peraltro ha voluto mio fratello e quindi va rispettata". "La stessa magistratura in più occasioni ha espresso dubbi sulla completezza delle sue rivelazioni, soprattutto quelle relative al patrimonio che, probabilmente, non è stato tutto confiscato", ha detto ieri, commentando la liberazione di Brusca.

"La scarcerazione di Brusca è un'offesa grandissima, non solo nei miei confronti e nei confronti di noi vittime". La carità cristiana come in questi casi non c'entra nulla. In carcere ha ammesso di aver azionato il detonatore della bomba nella Strage di Capaci, in cui morirono il giudice Falcone, la moglie e gli agenti della scorta.

"Giovanni, hai sentito che Giovanni - esclama Giovanni Paparcuri, autista di Giovanni Falcone nei primi anni '80, rimasto ferito nell'attentato contro il consigliere istruttore Rocco Chinnici - Brusca è libero?" Ha anche una certa disillusione parlando della stampa che, a dir suo, se ne occuperà per un paio di giorni per poi passare ad altro e mandare questo evento nel dimenticatoio.

Anche la politica reagisce. "Nel mio cuore come posso perdonarlo?" dice Franca Castellese all'ANSA, attraverso il suo avvocato Monica Genovese che spiega anche i motivi di questa decisione.

E la sindaca di Roma Vittoria Raggi: "Brusca libero?" Non capiscono la mafia e questo mi spaventa - "L'indignazione di molti politici che di codice penale e di lotta alla mafia capiscono ben poco mi spaventa".

Altre Notizie