Domenica, 26 Settembre, 2021

Riaperture, da domani ristoranti anche al chiuso: cosa cambia dal 1 giugno

Le regole dal 1° giugno per ristoranti, banchetti e discoteche Ristoranti al chiuso, dall'1 giugno si riparte. Torna anche il caffè al bancone
Cacciopini Corbiniano | 01 Giugno, 2021, 12:51

Sino al 6 giugno è compreso tra le ore 23.00 e le 5.00; dal 7 al 20 giugno sarà tra le 24.00 e le 5.00, accorciandosi quindi di un'ora; dal 21 giugno non vi saranno limitazioni orarie. Nei bar, invece, si torna a consumare al bancone, oltre che all'interno del locale se sono presenti tavoli, ma resta il distanziamento di almeno un metro tra i clienti. Quando ci si alza, bisogna indossare la mascherina. Non ci sarà più il limite di 4 persone per tavolo se non conviventi. Sì, dal 1 giugno è consentito. In mancanza di posti a sedere si dovrà consentire l'ingresso ad un numero limitato di clienti per volta, in base alle caratteristiche dei singoli locali, in modo da assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione. Oggi finalmente bar e ristoranti riaprono anche all'interno: si potrà prendere un caffè al bancone, un cappuccino con brioche al tavolo, senza più temere la pioggia o le temperature troppo basse, si potrà tornare a pranzare e cenare al coperto e senza più limiti di orario, se non quelli imposti dal coprifuoco. "Solo mediante somministrazione da parte di personale incaricato, escludendo la possibilità per i clienti di toccare quanto esposto e prevedendo in ogni caso, per clienti e personale, l'obbligo del mantenimento della distanza e l'obbligo dell'utilizzo della mascherina". Per attestare l'avvenuta vaccinazione, almeno con prima dose, la guarigione dal virus o un tampone negativo, per ora è possibile presentare la documentazione che attesta l'inoculazione della prima o anche della seconda dose del vaccino, il risultato negativo di un tampone o il referto di guarigione dall'infezione.

Le discoteche sono aperte? Necessario il rispetto della distanza di sicurezza di almeno 1 metro tra giocatori dello stesso tavolo e di almeno 1 metro tra tavoli adiacenti (estendibile ad almeno 2 metri in base allo scenario epidemiologico di rischio). Le piste da ballo al momento sono ancora chiuse.

La Lombardia è saldamente in zona gialla, visti i confortanti dati sulla diffusione dei contagi. "Evviva! - esclama Francesca Porteri, dell'omonima e storica gastronomia e trattoria di Borgo Trento, - per noi significa davvero una gioia poter riprendere a pieno ritmo, anche se considerate le norme da rispettare dovremo ridurre della metà i coperti, mentre le spese fisse restano ovviamente intere".

Altre Notizie