Domenica, 26 Settembre, 2021

Letta a von der Leyen: "Pd guardiano delle riforme per il Recovery"

La dote di Enrico Letta ai 18enni con una “percentuale sulla tassa di successione” Letta (PD): “Tra i politici non c’è ressa per questo, ma a me piacerebbe diventare ministro dell’Istruzione”
Machelli Zaccheo | 20 Mag, 2021, 22:33

Si tratterebbe, ha spiegato il leader dem in un'intervista al settimanale 7 del Corriere della Sera, di un "aiuto concreto per studi, lavoro, casa", riservato ai diciottenni e da finanziare con una tassa di successione per i patrimoni che superano il milione di euro. Il problema principale del nostro Paese è che non fa più figli.

Durante la conferenza stampa tenuta dopo l'approvazione dal Consiglio dei ministri del "Decreto Sostegni bis", Draghi ha detto che la "dote" non è stata mai discussa. Poi nel Pnrr, oltre a investimenti e transizione ecologica, i giovani sono ovunque: c'è una clausola di condizionalità e bisognerà privilegiare donne e giovani.

E anche sul Recovery Italia e Spagna sono chiamate ad una sfida: "La possibilità di rendere permanente il piano Next Generation EU dipende da come verranno utilizzati i fondi, la maggior parte dei quali andrà a Spagna e Italia". Letta ha espresso la sua anche sul Green pass per i viaggi: "Più in fretta si fa sulle regole comuni in tutti i Paesi europei sui certificati è meglio sarà per la ripresa dell'attività economica". Gli altri due fondamenti della proposta del Pd sono infatti, oltre all'attenzione ai giovani, il sostegno al ceto medio e l'impegno per l'ambiente. "Per quanto ci riguarda quella di Letta è un'idea non percorribile da questo governo di unità nazionale che ha come obiettivi il superamento dell'emergenza sanitaria ed economica", ha commentato Roberto Occhiuto, capogruppo azzurro alla Camera.

Altre Notizie