Sabato, 27 Novembre, 2021

Covid, Zaia a Sky TG24: "Era impossibile riaprire la scuola al 100%"

Covid Zaia Covid Zaia"In Veneto due casi di variante indiana
Acerboni Ferdinando | 26 Aprile, 2021, 21:33

"Abbiamo individuato due cittadini a Bassano con la variante indiana". In diretta dalla Protezione Civile di Marghera, il governatore del Veneto Luca Zaia ha fatto il punto sull'emergenza Covid nella sua regione. "Si tratta - ha detto - di due indiani, padre e figlia, con la variante indiana". Di sicuro piace poco perché ha due mutazioni nella proteina Spike, che rendono più facile l'inserimento all'interno dell'organismo, ma sono informazioni poco sufficienti per capire se realmente sia più pericolosa. "C'è un plotone delle vaccinazioni, ne abbiamo già fatte un milione e mezzo, ciò vuol dire un terzo dei veneti più o meno". "Dobbiamo affrontare ogni giorno questi aspetti e andare avanti". "Stiamo gestendo la questione senza allarmismi, la variante c'è, ci è stata comunicata, vogliamo farlo senza ansia". "La variante indiana è stata identificata e studiata in Gran Bretagna". L'orario potrebbe slittare di qualche ora, come è già successo in passato, ma comunque si potrà effettuare la prenotazione già dal pomeriggio di lunedì 26 aprile. "Se ci dessero i vaccini - ha spiegato - potrei vaccinare tutti alla volta di maggio, massimo giugno".

Bisogna poi osservare, ha continuato Crisanti, che nei Paesi dove sono nate le varianti, c'è stato poco controllo della diffusione del virus: "Guardiamo India, Brasile e Cile, sono Stati dove non c'è controllo della trasmissione". La nuova variante sembrerebbe colpire principalmente i giovani, e pare che possa resistere ai vaccini, proprio per questo motivo l'attenzione è massima.

Altre Notizie