Sabato, 23 Ottobre, 2021

Zaia: "Se il coprifuoco è una questione politica non ha nessun senso"

Riapertura scuole, Zaia: “Bisogna mettere mano alla questione dei trasporti, non ci sono i mezzi” Ecco il calendario delle vaccinazioni per età in Veneto
Esposti Saturniano | 24 Aprile, 2021, 13:35

Cresce l'attesa per l'approvazione del nuovo decreto da parte del Consiglio dei Ministri e il presidente della Regione Veneto ha precisato che non si può parlare di "riapertura" perché non siamo nella situazione di maggio dell'anno scorso dove, dopo il lockdown, si è riaperto tutto con gradualità.

La grande novità è il calendario vaccinale approntato dalla regione per fasce d'età. Lo do per scontato. Dobbiamo arrivare fino a metà-fine maggio.

"Il decreto è fatto, resta la speranza di un "tagliando".

Serve un 'decreto correttivo' sulle riaperture. Un minimo di buonsenso di reciprocità ci deve essere: "è difficile infatti spiegare che una partita di calcio tra scapoli e ammogliati si può fare da lunedì prossimo 26 aprile, mentre le palestre devono aspettare il primo giugno".

Riapertura scuole, Zaia: “Bisogna mettere mano alla questione dei trasporti, non ci sono i mezzi”

Il governatore Luca Zaia non concorda, ad esempio, con il mantenimento del coprifuoco alle 22: "Abbiamo preso atto - ha detto - che il coprifuoco non è un problema dettato dai sanitari, ma, ci è stato detto, è una questione 'politica'". Non sono aperturista né chiusurista, ma se mi dici che apri i ristoranti dalle 5 del mattino alle 6 di sera.Considero il presidente Draghi persona equilibrata e di buon senso, saprà affrontare questa fase. "Faremo in modo che l'Arena possa avere il suo pubblico, nel rispetto delle linee guida sul Covid". Il Governo garantisce un outlook di 200-210 mila forniture a settimana, con un 'delta' di 20-30 mila dosi che J&J dovrebbe colmare. Nel piano presentato il 3 marzo dal commissario, abbiamo il piano trimestrale diviso per tipi di vaccini. Pfizer, di fatto, tra previsionale e consegna è al -7% ed è quella su cui facciamo più affidamento; Moderna -34%, Astrazeneca -40%. Il piano si basa quindi solo Pfizer, Moderna e Astrazeneca. Viene prevista la fornitura dei vaccini per ogni trimestre, nel primo 15milioni per l'italia, poi 52 nel secondo, 84 nel terzo.

Entro due settimane si potrebbero chiudere le vaccinazioni agli ultrasettantenni e poi si passerà alla fascia 60-69 anni: se non ci saranno sorprese, prima dell'estate il Veneto potrebbe mettere in sicurezza tutti gli over 60 con le vaccinazioni. "Piano relativamente cautelativo sperando che le forniture vengano rispettate". Nello specifico, i ricoveri sono scesi a 1.654 (-31), con 229 pazienti-Covid (-7) ad aggiungersi ai 268 non-Covid in area critica Tant'è che la Regione ha potuto prestare alle Marche in emergenza 2 macchine per la respirazione in rianimazione.

"Abbiamo appena avuto il parere dal Cts e abbiamo appena inviato la comunicazione a tutte le Ulss che da lunedì ripartono tutte le attività ospedaliere e ambulatoriali".

Altre Notizie