Sabato, 08 Mag, 2021

Covid, Fedriga (Regioni): "Al governo proponiamo il coprifuoco alle 23"

Coprifuoco le Regioni propongono lo spostamento di un'ora. Fedriga Regioni: "Chiediamo lo spostamento del coprifuoco alle 23"
Esposti Saturniano | 22 Aprile, 2021, 20:35

Lo ha detto Massimiliano Fedriga, presidente della regione Friuli Venezia Giulia e della Conferenza delle regioni, intervenuto a Radio Kiss Kiss. Proprio sulla presenza in classe degli adolescenti il presidente della Conferenza delle Regioni Massimiliano Fedriga accusa il governo di "aver cambiato un accordo raggiunto": "Sulla scuola c'è un problema politico e istituzionale importante".

Riccardi ha evidenziato che "la maggiore disponibilità di dosi di vaccino preannunciata dal generale Figliuolo consente di accelerare la campagna anticipando le somministrazioni già prenotate". Vanno viste le misure nella loro completezza: "parlare di coprifuoco alle 22 o alle 23 è sbagliato nella misura in cui non si guarda all'insieme del processo di riaperture che abbiamo messo in campo". "Pensiamo ai ristoranti, andando a cena fuori nei locali consentiti dovremmo andare via alle 21,30, non penso che rappresenti un serio rischio spostarlo di un'ora". "In questo caso - è l'accusa del governatore leghista - si prescinde dalle sensibilità politiche, si è incrinata la leale collaborazione tra Stato e Regioni". Gli accordi si possono cambiare ma "riconvocando chi quegli accordi li ha presi" aggiunge Fedriga che ha immediatamente convocato una seduta straordinaria della Conferenza delle Regioni. "Anche noi siamo delusi che le nostre richieste non siano state soddisfatte". E' questo l'auspicio del presidente della Regione Veneto Luca Zaia che oggi nel corso del punto stampa ha tenuto a sottolineare che "non sarebbe una marcia indietro, non dico oggi, ma nei prossimi giorni credo che sarebbe ragionevole un 'tagliando' del decreto". Il governatore del Veneto si è detto però ottimista: "Immagino ci siano margini di aggiustamenti e di dialogo".

"L'idea del governo - ha aggiunto - è quella di allentare le restrizioni piano piano, come è successo l'anno scorso, e tornare alla normalità nel periodo estivo quando sicuramente la curva del contagio cala in maniera naturale e contemporaneamente arriviamo alla vaccinazione di massa, se è vero che per giugno gli over 60 saranno tutti vaccinati".

Altre Notizie