Sabato, 08 Mag, 2021

Zona gialla "rafforzata" dal 26 aprile: le regole

26 aprile zone gialle zone arancioni rosse In Italia ritorna il colore giallo, e arriva un pass verde per spostarsi ovunque
Deangelis Cassiopea | 21 Aprile, 2021, 17:53

Sono in bilico tra zona rossa e zona arancione.

In attesa dei dati di oggi e di domani, che saranno analizzati insieme a quelli del resto della settimana dalla cabina di regia ministero della Salute-Iss-Regioni, sarebbero 13 le Regioni che possono aspirare alla zona gialla.

Lo ha spiegato il premier Mario Draghi, preannunciando l'introduzione del colore giallo "rafforzato" per tutte quelle Regioni che avranno un basso indice di contagio da Covid e in cui potranno riaprire anche le attività legati ai settori della ristorazione, dello sport e dello spettacolo, ma solamente all'aperto. Resta attiva la possibilità di asporto e di consegna a domicilio.

Potranno restare aperti sia a pranzo che a cena, tuttavia ci si potrà sedere soltanto all'aperto ed entro l'orario del coprifuoco che continuerà a scattare alle ore 22 fino alle 5 del giorno seguente. Permane il divieto di sostare davanti a bar e ristoranti anche dopo la loro chiusura.

Per i tavoli al chiuso il via libera per la riapertura dovrebbe arrivare dal 1 giugno.

Riapriranno in zona gialla rafforzata con una capienza fissata al 50% di quella totale e ad ogni modo non superiore a 500 persone. Distanza obbligatoria di 1 metro e mascherina Ffp2. Per eventi speciali sarà necessario un pass che certifichi di essere stati vaccinati, o guariti dal Covid, o di essere risultati negativi al tampone, da effettuarsi nelle 48 ore precedenti all'evento.

Accessi a numero controllato, la prenotazione online potrà essere un strumento molto importante a disposizione. Sarà limitato il tempo di permanenza nelle sale e sarà obbligatorio mantenere il distanziamento interpersonale di almeno un metro, nonché l'obbligo di indossare la mascherina Ffp2.

La riapertura delle palestre e delle piscine in fascia gialla rafforzata dovrà invece attendere.

Le piscine all'aperto e gli stabilimenti balneari apriranno dal 15 maggio, le palestre devono aspettare il mese di giugno.

Gli ultimi ambiti e a ripartire nelle zone gialle rafforzate sarà quello delle fiere e dei convegni.

-Dal 1 luglio riaprono fiere, congressi e stabilimenti balneari. I dettagli relativi alle misure di sicurezza verranno stabiliti dal prossimo decreto, ma prevederanno, con tutte le probabilità, l'obbligo di distanziamento interpersonale, l'uso delle mascherine Ffp2 e ingressi scaglionati.

Altre Notizie