Sabato, 08 Mag, 2021

Open Arms, Matteo Salvini è stato rinviato a giudizio

Open Arms Matteo Salvini rinviato a giudizio Open Arms Matteo Salvini rinviato a giudizio
Acerboni Ferdinando | 18 Aprile, 2021, 03:22

Matteo Salvini ha commentato la decisione del giudice con un breve post pubblicato sui social: "Rinviato a giudizio. Matteo Salvini affronterà anche questa prova a testa alta, con la consapevolezza di aver sempre e solo difeso gli interessi degli italiani: il popolo della Lega e tutti i cittadini onesti, che credono nella giustizia giusta, sono con lui". Pochi minuti prima il Gup del Tribunale Lorenzo Jannelli lo ha rinviato a giudizio per sequestro di persona e rifiuto di atti d'ufficio, un'accusa pesantissima.

Questa mattina, nell'aula bunker del carcere Ucciardone del capoluogo siciliano, è toccato alla difesa e all'arringa dell'avvocato Giulia Bongiorno che già ieri aveva depositato una memoria difensiva di oltre 110 pagine. Il caso Open Arms venne sbloccato dall'intervento della Procura di Agrigento che, dopo avere accertato con un ispezione a bordo le gravi condizioni di disagio fisico e psichico dei profughi trattenuti sull'imbarcazione, ne ordinò lo sbarco a Lampedusa. "Rinviato a giudizio. "La difesa della Patria è sacro dovere del cittadino". "Ho fatto quello che ho fatto e lo rifarò con orgoglio, dovessi avere nuovamente una responsabilità di governo", ha aggiunto. Plaude anche Legambiente, che si è costituita parte civile, che ha fatto sapere: "Processo segna un pasaggio importante per il nostro Paese", e poi ancora, "La difesa dei diritti umani, dei più sofferenti, dei più deboli, non può essere violata per ragioni politiche di braccio di ferro con l'Europa o per propaganda". "Mi dispiace per i miei figli ma cristianamemente sopporto" si legge su Rai News. Articolo 52 della Costituzione. "Mi spiace per Salvini perché un processo non lo si augura mai a nessuno, ma tanto di cappello per averci messo la faccia sia a Catania che a Palermo e soprattutto per aver rivendicato il suo agire giusto e corretto da ministro degli Interni nella difesa dei confini". Lo dichiara il presidente di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni. "Sono convinto che al processo emergeranno nuove verità". Così l'ong Open Arms su twitter dopo la decisione del Gup di Palermo.

Altre Notizie