Venerdì, 22 Ottobre, 2021

Dal 26 aprile il 'giallo rafforzato', riaprono le attività all'aperto

L’Italia si prepara a riaprire dal 26 aprile tornano le zone gialle Dal 26 aprile tornano le zone gialle con scuole tutte in presenza. Riparte la ristorazione all'aperto
Esposti Saturniano | 16 Aprile, 2021, 20:57

Nel corso della conferenza stampa sulle riaperture, il premier Mario Draghi ha annunciato novità anche per gli spostamenti. Domani, se il modus operandi è sempre lo stesso, si riuniranno gli esperti della cabina di regia per valutare l'indice Rt nazionale (e non solo), ma molto probabilmente per la Regione Lazio non cambierà nulla da lunedì 19 aprile.

In zona gialla rafforzata e arancione si tornerà a scuola in presenza dal 26 aprile per tutti gli ordini e gradi. Riaprono, a scaglioni, spiagge e piscine dal 15 maggio, le palestre dal 1 giugno, fiere e eventi dal 1 luglio.

"Gli spostamenti saranno consentiti tra regioni gialle e con un pass tra regioni di colori diversi". Sì, dal 26 aprile con il ripristino della zona gialla. Nella bozza delle linee guida, prima di illustrare una dopo l'altra le misure di sicurezza, si legge: "Le misure di seguito riportate, se rispettate, possono consentire lo svolgimento sia del servizio a pranzo che della cena".

Nelle aree dove il rischio è ritenuto più basso ci potrebbe essere l'ok alla riapertura di ristoranti e centri sportivi, ma solo hanno spazi all'aperto. "La serietà impone questo tipo di percorso e l'arma sul quale contiamo è la campagna di vaccinazione". In autunno ci sarà la vaccinazione molto diffusa, potremo affrontare il ritorno della malattia in modo diverso. In sintesi saranno nuovamente consentito spostarsi tra regioni che si trovano in zona gialla, dunque le più "virtuose".

È una delle proposte che le Regioni hanno presentato al governo centrale.

"Queste aperture sono una risposta al disagio di categorie e giovani e portano maggiore serenità nel Paese, pongono le basi per la ripartenza dell'economia". Per questa fase si conserverà il coprifuoco così come è già oggi vigente. Infine un cenno sul vaccino Astrazeneca: "Crollo di fiducia?" Dieci giorni ed è tempo di riaperture.

Altre Notizie