Venerdì, 22 Ottobre, 2021

Trombosi dopo il vaccino AstraZeneca: gravissimo un avvocato, segnalazione all'Aifa

Morte cerebrale dell’avvocato Turrisi, si era vaccinato con AstraZeneca Due giovani morti nel cosentino: avevano ricevuto il vaccino - Calabria Diretta News
Machelli Zaccheo | 06 Aprile, 2021, 16:33

Era stato dato per defunto e invece, l'avvocato Mario Turrisi, sarebbe in una condizione che i sanitari definiscono di morte cerebrale. Il 45enne, originario di Tusa, è giunto nel nosocomio messinese la scorsa notte: al legale è stato somministrato il vaccino AstraZeneca nelle scorse settimane, insieme ad altri avvocati (in seguito la somministrazione al comparto giustizia è stata sospesa), e dopo pochi giorni ha cominciato ad accusare forti mal di testa. Sul caso ha aperto un'inchiesta la Procura di Patti.

Poi il peggioramento e a Pasqua la trombosi. L'osservazione, iniziata alle 9,44 di questa mattina, durerà per 6 ore. "È possibile, per maggiore precauzione, che l'Agenzia europea dei medicinali Ema indichi che per una determinata categoria è meglio non utilizzare il vaccino anti-Covid di AstraZeneca - ha commentato oggi il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri, precisando tuttavia che "questo è successo anche per tanti altri farmaci" e che nel caso di AstraZeneca il vaccino è stato utilizzato "in un numero estremamente alto di soggetti, mentre gli eventi trombotici rari segnalati sono pochissimi".

È morta un'insegnante di 32 anni ricoverata all'Ospedale San Martino di Genova dopo una emorragia cerebrale. Sono scattate le procedure di controllo e verifica: difficile stabilire ora un collegamento, può essere casualità, predisposizione o altro.

"Invitiamo questi cittadini ad aderire alla campagna vaccinale, presentandosi alle sedi vaccinali in orario - ha fatto sapere Ausl - Ricordiamo che dal 12 aprile potranno prenotarsi le persone della fascia di età 70-74 anni attraverso tutti i consueti canali di prenotazione".

Altre Notizie