Domenica, 26 Settembre, 2021

Zaia: "Il Veneto sarà zona arancione, da mercoledì riaprono le scuole"

Covid Veneto Marche e Pa Trento arancioni da marted Covid Veneto Marche e Pa Trento arancioni da marted
Evangelisti Maggiorino | 02 Aprile, 2021, 22:14

Zaia: "Da martedì riapriamo le scuole".

Più allarmante la situazione sul fronte ospedaliero, dove i numeri sono in crescita e le soglie critiche ampiamente superate: il tasso di occupazione delle terapie intensive è del 41 per cento, 11 punti percentuali al di sopra del livello di guardia, mentre le aree mediche a livello nazionale risultano occupate al 44 per cento (la soglia critica è il 40 per cento).

Scende a 0,98, quindi sotto la soglia d'allarme di 1, il valore dell'Rt nazionale che la scorsa settimana era a da 1,08.

I ricoverati sono 2.230 (-12 nelle ultime 24 ore) mentre in terapia intensiva si trovano ancora 299 persone (+1).

Il governatore ha detto di voler leggere in maniera favorevole il trend che si sta confermando in questi giorni, anche se nessuno è ancora in grado di dire se questa situazione potrà consolidarsi nelle prossime settimane.

"Saremo in zona arancione, ne ho parlato con il ministro Speranza", ha annunciato il presidente del Veneto, Luca Zaia, aggiungendo che "si tratta ora di capire se da martedì o mercoledì". In questo caso, "aprono gli asili nido, tutte le strutture per la fascia d'eta' 0-6, le elementari, le medie e le superiori al 50% in presenza".

A partire da martedì 6 aprile le regioni Marche e Veneto e la Provincia autonoma di Trento passano in area arancione. La decisione è stata assunta dal ministero della Salute, sulla base dell'andamento dei dati epidemiologici. Stesso destino per la Calabria. Nessun alleggerimento, invece, per le altre nove regioni attualmente in zona rossa, ovvero Lombardia, Valle d'Aosta, Friuli Venezia Giulia, Piemonte, Emilia Romagna, Toscana, Puglia, Campania, Calabria.

Altre Notizie