Martedì, 20 Aprile, 2021

Vaccino Covid, ecco come prenotarlo con la piattaforma di Poste italiane

Sala vaccini Sala vaccini
Deangelis Cassiopea | 01 Aprile, 2021, 21:38

La vaccinazione di questa particolare categoria di persone viene effettuata dalle strutture ospedaliere che hanno in cura i cittadini estremamente fragili, dai medici di medicina generale, previa condivisione con l'Ats di riferimento, e dai centri vaccinali, con l'utilizzo di Pfizer o Moderna.

"La vaccinazione - ha chiarito l'assessore - può avvenire o nei centri specializzati o nei centri massivi o presso i medici di medicina generale previo il benestare di Ats" e "anche gli estremamente vulnerabili possono accedere alla prenotazione attraverso il portale delle Poste". "Finora abbiamo somministrato 1,6 milioni di dosi e il 63% degli over 80 ha ricevuto almeno una dose, il 28% anche la seconda".

La campagna massiva riguarderà inizialmente i cittadini tra i 75 e i 79 anni e via via si sbloccheranno gli appuntamenti per le altre fasce d'età.

Quello messo in campo da Poste Italiane su indicazione del governo lombardo sarà un portale creato ad hoc per l'ente e dedicato agli utenti che si sottoporranno alla vaccinazione massiva.

Come spiegato dal coordinatore della campagna vaccinale Guido Bertolaso nei paesi più remoti, ossia quelli che si trovano a una distanza superiore di 30 chilometri dai centri vaccinali di massa, le vaccinazioni saranno gestite con unità mobili che Regione Lombardia ha affidato ad Areu. Questa categoria sarà vaccinata con una media di 35mila dosi al giorno.

Vaccino

Il portale di Poste italiane per prenotare il vaccino Covid sarà attivo da domani, venerdì 2 aprile. "Noi siamo pronti, ma siamo in attesa di avere il piano vaccinale che ci darà il commissario" ha sottolineato la vice presidente di Regione Lombardia, Letizia Moratti. "Apriremo quindi la prenotazione per la fascia tra i 60 e 69 anni, che sono 1,2mln".

La piattaforma di Poste italiane permette anche di monitorare l'andamento della campagna vaccinale in una Regione.

Il 15 aprile, secondo le stesse modalità, si apriranno le prenotazioni agli anziani con un'età compresa tra i 70-74 anni, in totale 546.312 persone. Nella migliore delle ipotesi, dunque, le prenotazioni per i 50-59enni potrebbe scattare tra fine aprile e inizio maggio e le somministrazioni il 19 maggio per terminare il 7 giugno. "In base alle dosi disponibili potranno essere tutti vaccinati entro il 9 giugno, con maggiori dosi disponibili si partirebbe prima e si finirebbe il 18 maggio".

"La Lombardia è pronta a partire con la vaccinazione in azienda".

Altre Notizie