Martedì, 20 Aprile, 2021

La Campania cambia colore: si torna in zona arancione

Il Presidente del Consiglio dei Ministri Mario Draghi Il Presidente del Consiglio dei Ministri Mario Draghi
Evangelisti Maggiorino | 01 Aprile, 2021, 14:39

PASQUA IN ROSSO - Dal 3 al 5 aprile (come prevede già l'attuale decreto) tutta Italia sarà in zona rossa, come a Natale.

POSSIBILI DEROGHE, MA DIPENDE DA CONTAGI E VACCINI - Per quelle Regioni in arancione che però avranno dati da zona gialla sono previste possibili deroghe in base all'andamento dei dati su contagi e cifre sulle somministrazioni del vaccino, in particolare alla popolazione anziane fragile.

Non è consentito lo spostamento all'esterno del proprio comune di residenza; inoltre, bar e ristoranti non possono effettuare servizio al tavolo ma soltanto l'asporto e la consegna a domicilio. BAR E RISTORANTI - Restano chiusi. Possibile riapertura anche per i musei. In Valle d'Aosta, Provincia autonoma di Bolzano, Toscana e Sardegna seconde case raggiungibili ma per comprovati motivi. In Sicilia si entra solo con tampone negativo effettuato 48 ore prima dell'arrivo.

Chiunque lavori in una struttura sanitaria, medici, infermieri, operatori sociosanitari, farmacisti, dipendenti anche amministrativi di Rsa e studi privati dovrà vaccinarsi. Quando si raggiungerà l'immunizzazione di massa o si registrerà un calo importante della diffusione del virus, la sanzione verrebbe revocata. Resta sempre garantita la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l'uso di laboratori o per mantenere una relazione educativa che realizzi l'effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali, garantendo comunque il collegamento on line con gli alunni della classe che sono in didattica digitale integrata.

Previsto anche lo scudo penale per i somministratori che seguono le regole, limitando la punibilità ai soli casi di colpa grave.

Nella serata di ieri il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Mario Draghi, del Ministro della giustizia Marta Cartabia, del Ministro della salute Roberto Speranza, del Ministro per la pubblica amministrazione Renato Brunetta e del Ministro del lavoro e delle politiche sociali Andrea Orlando, ha approvato un decreto-legge che introduce misure urgenti per il contenimento dell'epidemia da COVID-19, in materia di vaccinazioni anti SARS-CoV-2, di giustizia e di concorsi pubblici.

Altre Notizie