Martedì, 20 Aprile, 2021

Vaccini in farmacia, si parte: firmato il protocollo. Ecco come funzionerà

Il generale Francesco Paolo Figliuolo davanti alla Caserma Garibaldi di Corso Quattro Novembre 17 maggio 2010 Torino. TONINO DI MARCO Il generale Francesco Paolo Figliuolo davanti alla Caserma Garibaldi di Corso Quattro Novembre 17 maggio 2010 Torino. TONINO DI MARCO
Esposti Saturniano | 31 Marzo, 2021, 07:35

Lo prevede l'Accordo quadro tra Governo, Regioni-Pubbliche amministrazioni, Federfarma e Assofarm per la somministrazione da parte dei farmacisti dei vaccini anti-SarsCov2.

Sta facendo parecchio discutere la richiesta del presidente del Pd, l'avvocato Carlo Benedetti, di accedere agli atti dei vaccinati 'fuori sacco' della Asl 1 Avezzano-Sulmona-L'Aquila; d'altra parte, si è appreso che la Procura della Repubblica dell'Aquila ha aperto un'inchiesta, affidata - per la sua delicatezza - ai Carabinieri dei Nas di Pescara.

Sono 2.706 gli over 70 che hanno già ricevuto la prima dose nei centri vaccinali e da domani partiranno le somministrazioni anche presso gli studi dei medici di famiglia o gli ambulatori di medicina di gruppo. Questa volta, però, il servizio sarà pubblico e non privato e saranno proprio i farmacisti a somministrare i vaccini, senza doversi avvalere di figure esterne in supporto.

Il locale per la somministrazione dei vaccini anti-Covid, si legge ancora nel protocollo firmato oggi, "deve avere dimensioni adeguate a garantire il distanziamento".

Le farmacie che aderiranno alla campagna vaccinale, dovranno darne comunicazione. Questo vuol dire che non saranno obbligate a effettuare le vaccinazioni ma avranno libertà di scelta.

Per ora, c'è il massimo riserbo sull'inchiesta ed è doveroso attendere gli esiti del lavoro delle autorità inquirenti; tuttavia, la richiesta pressante di Benedetti ha avuto il merito di accendere i riflettori sulla gestione della campagna vaccinale in provincia e, più in generale, in Regione. Siamo pronti, i cittadini potranno a breve prenotarsi sulla piattaforma regionale scegliendo la farmacia territorialmente più vicina con il loro codice fiscale e secondo le classi di età. "Si potranno fare almeno 20 vaccini al giorno in ciascuna delle mille farmacie aderenti come obiettivo iniziale, questo significa un potenziale di 20 mila vaccini al giorno complessivi".

Come avverrà la distribuzione?

Altre Notizie