Martedì, 20 Aprile, 2021

Dati covid falsati. Terremoto nella sanità: 3 arresti, indagato l’assessore Razza

Sicilia dati covid falsati. Terremoto nella sanità 3 arresti indagato l’assessore Razza Fornivano dati falsi su tamponi e positivi per evitare la zona rossa, arresti in Regione Sicilia
Cacciopini Corbiniano | 30 Marzo, 2021, 10:10

Sono finiti ai domiciliari.

PALERMO, 30 MAR L'assessore regionale alla Sanità della Sicilia Ruggero Razza è indagato nell'ambito dell'inchiesta della Procura di Trapani sui dati falsi sulla pandemia comunicati dal Dipartimento dell'assessorato all'Istituto Superiore di Sanità.

I carabinieri del Nas di Palermo e del Comando provinciale di Trapani stanno dando esecuzione a un'ordinanza di misura cautelare agli arresti domiciliari, emessa dal gip del tribunale di Trapani, su richiesta, in via di assoluta urgenza, della Procura, nei confronti di appartenenti al Dipartimento regionale per le attività sanitarie e osservatorio epidemiologico (Dasoe) dell'Assessorato della Salute della Regione Siciliana. Già dalle prime conversazioni registrate sarebbe emerso l'intento di modificare i dati giornalieri dei contagi e dei tamponi.

I soggetti coinvolti avrebbero alterato i dati sulla pandemia (modificando il numero dei positivi e dei tamponi) diretto all'Istituto Superiore di Sanità, condizionando i provvedimenti adottati per il contenimento della diffusione del virus.

Chi sono gli arrestati Ai domiciliari sono andati Maria Letizia Di Liberti, dirigente generale del Dipartimento per le attività sanitarie e Osservatorio epidemiologico, il braccio destro dell'assessore Razza; Salvatore Cusimano, funzionario regionale, ed Emilio Madonia, dipendente di una ditta che gestisce i flussi informatici dell'assessorato. Di conseguenza, a seguito di intervento della locale Procura, i pubblici ministeri competenti hanno avviato accertamenti che sono arrivati all'assessorato regionale.

Le accuse sono falso materiale ed ideologico. Positivi e decessi "spalmati" nel tempo per evitare, secondo gli inquirenti, che la Sicilia fosse messa in zona rossa.

Altre Notizie