Martedì, 20 Aprile, 2021

Vaccini, Breton: "Passaporto sanitario disponibile dal 15 giugno"

Bambini durante una protesta contro la Dad Bambini durante una protesta contro la Dad
Machelli Zaccheo | 29 Marzo, 2021, 03:32

Potrà essere usato per velocizzare i controlli alle frontiere negli aeroporti e sui treni, traghetti e autostrade e quindi per rendere più facile viaggiare. Indicherà "lo stato" dei singoli dal punto di vista pandemico e, secondo Breton, si potrà richiedere il documento per salire su un aereo o partecipare a manifestazioni, entrare in luoghi pubblici. L'obiettivo, ha spiegato il commissario europeo, è quello di "ritrovare la capacità di convivere senza essere un rischio" e "avere la capacità di riaprire" le attività. Nell'Ue il 'passport' potrebbe diventare realtà dal 15 giugno e garantire maggiore libertà di movimento. Lo ha dichiarato il commissario europeo all'Industria Thierry Breton.

Con il procedere della campagna di vaccinazione nell'Ue, il passaporto "sarà uno strumento per una riapertura ordinata, soprattutto una certificazione delle persone che possiamo considerare fuori pericolo e meno pericolose", ha detto David Sassoli, presidente del Parlamento europeo, a Mezz'ora in più. "Infine, a coloro che non hanno ricevuto il vaccino e non sono guariti dal Covid verrà richiesto un tampone e nel certificato sarà possibile consultarne l'esito", ha aggiunto Breton. Breton ha sottolineato che si tratterà di un documento "armonizzato", dunque "uguale dappertutto sul territorio dell'Unione europea e coperto dalla regolamentazione generale dei dati personali". "Hanno 420 milioni di dosi da somministrare in tre mesi e mezzo".

Da buon francese, il commissario europeo Thierry Breton avrà pensato alla presa della Bastiglia: fatto sta che il responsabile del Mercato interno, messo anche a capo della task force europea sui vaccini, ha individuato un giorno preciso entro cui il Vecchio Continente dovrà raggiungere la sospirata immunità di gregge contro il coronavirus, ed è proprio il 14 luglio. E nel lockdown di Pasqua - ricorda Coldiretti - anche il turismo nazionale si è fermato. "E se decidessero di estendere la vaccinazione ai bambini, l'Europa avrà la capacità e piattaforme necessarie".

Altre Notizie