Martedì, 20 Aprile, 2021

Vaccini, Generale Figliuolo: "Nei prossimi giorni arriveranno quasi 3 milioni di dosi"

Covid. La Sicilia prima Regione d’Italia per dosi di vaccino inoculate Il Generale Figliuolo a Messina: «Entro Pasqua secondo Hub al PalaRescifina»
Machelli Zaccheo | 29 Marzo, 2021, 03:29

I principali punti di somministrazione sono: A.I.A.S. PALAZZOLO A., A.O. "La campagna di vaccinazione è la priorità del Paese" ripete il ministro della Salute Roberto Speranza quando il bollettino quotidiano segna ancora quasi 24mila casi e 380 vittime in un giorno, 3.635 ricoverati in terapia intensiva e un tasso di positività fermo al 6,6%.

I dati mostrano anche passi avanti nella vaccinazione degli over 80. Ma per non rallentare è necessario innanzitutto avere a disposizione le dosi, che è quello che chiedono da tempo i governatori accusati di aver privilegiato categorie specifiche a discapito di quelle previste dal piano nazionale.

Il commissario Francesco Paolo Figliuolo ha annunciato che la prossima settimana arriveranno circa 3 milioni di dosi di vaccino: oltre un milione di Pfizer, oltre 500mila di Moderna e un milione e 300mila di Astrazeneca. Con le altre 2,8 milioni di dosi di vaccino in arrivo, che saranno consegnate entro i primi giorni di aprile, il totale dei vaccini arrivati in Italia nel primo trimestre salirà a oltre 14 milioni.

Il generale, dopo un incontro in prefettura, ha visitato l'hub vaccinale della città dello Stretto - realizzato all'interno della Fiera campionaria - dove è stato accolto dal capo della protezione civile regionale, Salvatore Cocina, e dal commissario per l'emergenza Coronavirus nel territorio della Asp di Messina, Alberto Firenze, e dal direttore dell'azienda sanitaria, Dino Alagna. "Nessuno deve sentirsi defraudato, adesso si deve fare di più e insieme".

In Sicilia sono quasi 720 mila le persone già vaccinate: 221 mila le dosi somministrate agli operatori sanitari, ovvero alla quasi totalità dei 140mila operatori sanitari individuati nella fase 1. "Dal prossimo mese incrementeremo", garantisce Figliuolo. Insomma, basta liti, è il momento di correre.

Altre Notizie