Giovedi, 22 Aprile, 2021

Breton (commissario vaccini): "Ue non avrà bisogno dello Sputnik, immunità entro giugno"

Russia USA Vergognosa mancanza di rispetto calunnia: americani si scusano per frasi di Biden su Putin Sputnik. Maxim Bogodvid
Cacciopini Corbiniano | 22 Marzo, 2021, 20:21

Il commissario ha poi proposto il 14 luglio, festa nazionale francese, come "data simbolica".

"I vaccini in fase di approvazione sono Curevac, che sarà pronto per giugno, Novavax efficace contro le varianti ma c'è qualche problema con la produzione quindi tarderà ad arrivare".

Insomma, lo Sputnik V non servirà, non ce ne sarà bisogno per Breton. "Tra marzo e giugno, saranno consegnate tra 300 e 350 milioni di dosi di vaccino", ha detto.

Il ritardo accumulato dai Paesi dell'Ue è solo di tre settimane - aggiunge Breton - ma basterà il quantitativo di dosi prodotte in Europa per raggiungere la tanto agognata immunità prima dell'estate.

La via "preferenziale" è quella che gli acquisti siano coordinati a livello europeo, aveva detto la cancelliera sottolineando l'importanza di usare "tutti i vaccini autorizzati".

Secondo il commissario europeo incaricato della campagna vaccinale, Thierry Breton, intervistato durante il tg francese delle 20 di TF1, l'Unione europea "non avrà assolutamente bisogno del vaccino russo Sputnik". "Il coordinamento europeo è la prima strada da cercare sui vaccini", aveva spiegato in conferenza stampa a Palazzo Chigi a una domanda in merito. Anzi, sarà l'Ue che, a un certo punto, potrebbe correre in soccorso della Russia: "Hanno grandi difficoltà a produrlo e noi li aiuteremo nel secondo semestre, se ne avranno bisogno".

Altre Notizie