Martedì, 20 Aprile, 2021

Caso Open Arms, Matteo Salvini in udienza a Palermo

Matteo Salvini Matteo Salvini +CLICCA PER INGRANDIRE
Acerboni Ferdinando | 22 Marzo, 2021, 16:23

Al via stamattina l'udienza preliminare a carico del leader della Lega Matteo Salvini, che è atterrato in Sicilia per recarsi nell'aula bunker del carcere Ucciardone di Palermo. Prima avevano argomentato anche l'aggiunto Marzia Sabella e il sostituto Calogero Ferrara. La Procura si è opposta all'acquisizione agli atti di tutti i documenti depositati il 16 marzo dalla difesa, tranne le deposizioni rese a Catania dal ministro dell'Interno Luciana Lamorgese, dall'ex premier Giuseppe Conte e dal ministro degli Esteri Luigi di Maio nel procedimento in cui il leader della Lega risponde di sequestro di persona per aver negato illegittimamente lo sbarco ai migranti soccorsi dalla nave militare italiana Gregoretti. "Non vedremmo come in un caso come questo non si possa chiedere il rinvio a giudizio", ha ribadito il magistrato. E per corroborare l'idea accusatoria di una solitaria decisione di Salvini, non condivisa con altri Ministri e Premier, Lo Voi ribadisce "non solo continua a trattarsi di un atto amministrativo, ma aggiunge l'ex premier Conte che non si è mai discusso in Consiglio dei ministri dei singoli casi tanto meno dei dettagli dei singoli casi. Il problema della redistribuzione era un problema generale non era legato ai singoli casi". A dirlo il procuratore capo di Palermo, Francesco Lo Voi, durante l'udienza preliminare.

Serafico il commento di Matteo Salvini: "La Procura di Palermo ha chiesto rinvio a giudizio e processo contro di me per sequestro di persona, 15 anni di carcere la pena prevista". Salvini poi ha parlato anche di scuola: "Non si può fare una scelta uniforme". Poche ore dopo la richiesta pubblica di chiarezza a Suning da parte del sindaco Beppe Sala, è arrivata la risposta di Matteo Salvini, leader della Lega: "Con noi lo stadio si fa, non ci sono dubbi su questo - le sue parole a 'The True show' su Telelombardia -". Il procedimento lo vede accusato per sequestro di persona e rifiuto di atti di ufficio. Il gup ha ammesso anche i comuni di Palermo e di Barcellona come parti civili insieme alla Ong di Emergency e a due naufraghi. E assicura che, se il centrodestra vincerà le elezioni comunali, tutto ciò sarà possibile.

Scegliere un vaccino piuttosto che un altro non sarebbe più una scelta soltanto legata all'emergenza sanitaria, ma anche strategica in ottica delle relazioni geopolitiche tra i vari Paesi.

Altre Notizie