Martedì, 20 Aprile, 2021

Draghi sente von der Leyen: "Accelerare sui vaccini"

L'Europa prepara il passaporto vaccinale digitale Draghi sente von der Leyen: "Accelerare sui vaccini"
Esposti Saturniano | 04 Marzo, 2021, 07:28

Lo ha annunciato ieri la presidente della Commissione, Ursula von der Leyen.

Il Digital Green Pass "rispetterà la protezione dei dati, la sicurezza e la privacy", assicura von der Leyen. Questa sorta di passaporto dovrà "fornire la prova che una persona è stata vaccinata; dare i risultati dei test per coloro che ancora non sono stati vaccinati; dare informazioni sulla guarigione dalla Covid-19".

Segno che la Commissione fa sul serio e ritiene il passaporto vaccinale il solo modo per tornare a viaggiare in libertà e, soprattutto, in sicurezza. Come riportato oggi su questo giornale, il Garante della privacy ha richiamato "l'attenzione dei decisori pubblici e degli operatori privati italiani sull'obbligo di rispettare la disciplina in materia di protezione dei dati personali". Il Digital Green Pass dovrebbe facilitare le vite degli europei. L'obiettivo della proposta di legge portata avanti dalla Commissione Ue è "consentire ai cittadini di muoversi gradualmente in sicurezza nell'Unione o all'estero, per lavoro o per turismo". C'è già una data per questo.

La Commissione europea ha annunciato lunedì che il 17 marzo presenterà una proposta legislativa per introdurre un certificato vaccinale che consenta ai cittadini di circolare liberamente nell'Ue, una volta che saranno stati effettivamente vaccinati contro il Covid-19. Il certificato conterrà "una serie di informazioni", anche per evitare "discriminazioni", e sarà uno strumento "interoperabile e riconosciuto" in tutta l'Ue.

Secondo l'authority "i dati relativi allo stato vaccinale, infatti, sono dati particolarmente delicati e un loro trattamento non corretto può determinare conseguenze gravissime per la vita e i diritti fondamentali delle persone".

Altre Notizie