Sabato, 10 Aprile, 2021

Covid: Piemonte, diventano 8 i Comuni in zona rossa

Il Piemonte torna'zona arancione Lombardia, Piemonte e Marche in zona arancione, Molise e Basilicata in rossa
Acerboni Ferdinando | 27 Febbraio, 2021, 07:55

Zona rossa anche a Cavour (Torino), nel Pinerolese, al confine con la provincia di Cuneo, "a causa - spiega la Regione - di un sospetto focolaio da variante su cui sono in corso ulteriori approfondimenti". Al nuovo Governo abbiamo sollecitato che i ristori per le attività costrette a fermarsi siano immediati. Finora si trovavano in zona arancione solamente le province autonome di Bolzano e Trento e le Regioni Liguria, Toscana, Emilia-Romagna, Umbria, Abruzzo, Molise e Campania.

Dopo le parole dei giorni scorsi dell'Assessore Icardi, infatti, il cambio di colorazione è stato confermato anche dal Presidente Regione Piemonte Alberto Cirio con l'indice Rt che è nuovamente salito sopra l'1: "Il ministro Speranza mi ha appena comunicato che in base ai dati del Report settimanale, validato oggi dal CTS e dal Ministero della Salute, il Piemonte da lunedì 1 marzo passerà in zona arancione".

Diventano 8 i Comuni del Piemonte in zona rossa, da domani alle 18. L'ingresso e la permanenza in bar e ristoranti da parte dei clienti sono consentiti esclusivamente per il tempo strettamente necessario ad acquistare i prodotti per asporto e sempre nel rispetto delle misure di prevenzione del contagio. Chiusura anche per i musei. Gli spostamenti verso altri Comuni sono consentiti esclusivamente per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute. Si può fare attività motoria solo all'interno del proprio Comune, se questo supera i 5.000 abitanti.

Per quanto riguarda la scuola non ci saranno differenze rispetto alla zona gialla: continueranno a rimanere aperti asili, primarie e medie, mentre le superiori proseguiranno, come è stato nelle ultime settimane, con un misto di lezioni in presenza e didattica a distanza. I negozi al dettaglio sono aperti, mentre per quanto riguarda i centri commerciali, possono restare aperti dal lunedì al venerdì, e devono chiudere nei weekend, nei festivi e prefestivi. Tutto il resto d'Italia era invece in zona gialla: Sicilia, Sardegna, Calabria, Basilicata, Puglia, Lazio, Marche, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte e Valle d'Aosta.

Altre Notizie