Giovedi, 22 Aprile, 2021

Covid Veneto, 1.304 contagi e 28 morti. Zaia: "Campanelli d'allarme"

Covid: Veneto, +1.062 contagi, tornano a crescere ricoveri Coronavirus, l'allarme di Luca Zaia: "In Veneto salgono i ricoveri, il dato preoccupa". Effetto-varianti?
Deangelis Cassiopea | 26 Febbraio, 2021, 19:43

"Nelle ultime 24 ore registriamo 1304 nuovi positivi (2,75% sul totale dei tamponi), ad oggi 22.949 gli attualmente positivi".

I morti registrati sono, invece, 9742: 21 in più rispetto a ieri. Un aumento dei ricoveri non si registrava in Veneto dal primo gennaio scorso. Vi ricordate quando vi dicevo, "siamo circondati".

A rischio zona arancione sono le Marche, che già si trovano in una situazione delicata con la provincia di Ancona chiusa fino al 27 febbraio, la Lombardia, il Piemonte che sono riuscite a restare in zona gialla la scorsa settimana.

"Prevedo un prossimo incontro con Gelmini, Speranza e forse con Draghi: penso che questo Dpcm andremo a scriverlo con il Governo; dovrà rappresentare, io spero, un grande spartiacque tra l'inverno e la primavera che comincia. Noi non possiamo permetterci un lockdown".

"Sì sono stato torchiato dai Nas, ma non avevo niente da nascondere".

L'inchiesta sulle dosi di vaccino finite in Veneto accelera.

"È stato il nostro fornitore di mascherine che ci ha detto che se eravamo interessati ai vaccini potevamo rivolgerci ad un italiano", ha spiegato Flor. Preoccupazione ce n'è, dal punto di vista sanitario dobbiamo evitare l'aumento della pressione ospedaliera, poi con Rt 1 il Veneto va in zona arancione, e vorrebbe dire ancora restrizioni. In queste prossime ore cercheremo di capire quale sia stata la fonte di contagio, ma dagli ospedali ci dicono che arrivano pazienti direttamente da casa abbastanza impegnativi e si aggravano in fretta.

Zaia ha avvertito che "ci sono piccoli campanelli d'allarme, in linea con l'andamento nazionale".

Altre Notizie