Martedì, 20 Aprile, 2021

Vaccino anti-Covid, in Emilia-Romagna a marzo in consegna più di 470mila dosi

Prime dosi di vaccino al personale scolastico - La Guida Vaccini anti-Covid: l’aggiornamento delle somministrazioni nella Asl di Roma 6
Acerboni Ferdinando | 26 Febbraio, 2021, 14:40

Sono circa 1400 i vaccini somministrati nella prima giornata della campagna vaccinale anti Covid per gli ultraottantenni. Di questi vaccini 652 sono vaccinati con le dosi di Astra Zeneca, ed il restante Pfizer.

È Orazio Buonafede, classe 1921, uno dei siciliani più anziani a essere coinvolti dalla prima giornata di vaccinazioni anticovid sulla popolazione over 80. È stato siglato il protocollo d'intesa nazionale tra medici di famiglia, governo e regioni per inquadrare le modalità di partecipazione dei medici di medicina generale nella campagna di vaccinazione nazionale.

Per questo i sindacati chiedono che i lavoratori del settore bancario e assicurativo, svolgendo appunto un servizio pubblico essenziale, siano inseriti nel piano vaccinazione tra i soggetti a cui verrà somministrato il vaccino in via prioritaria, similmente con quanto già avvenuto nei confronti di altre categorie professionali. "Nelle more dell'integrazione delle piattaforme, per la trasmissione dei dati, i medici dovranno attenersi alle indicazioni tecniche fornite dalla regione o P.A.".

A dare supporto ci saranno anche le aziende ospedaliere, che ormai hanno quasi terminato di immunizzare il personale del sistema sanitario.

"Avendo a disposizione nel Paese una rete capillare e prossima al cittadino di 40 mila medici vaccinatori - i medici di famiglia - e disponendo di un numero sufficiente di vaccini, sarà possibile in tempi relativamente brevi sottoporre a vaccinazione gli anziani, i pazienti più fragili e quelli affetti da particolari patologie", continua Anelli. Il finanziamento sarà progressivamente definito sulla base dell'andamento della campagna vaccinale e degli obiettivi e dei target assegnati ai mmg. A parità di vaccini ricevuti potremo vaccinare più persone. Sono 576 le vaccinazioni programmate. Anche perché il vaccino AstraZeneca già con la prima dose ha dimostrato di avere una efficacia del 73% e, fanno notare gli esperti, non è un vaccino "di serie B": a conti fatti, in tre casi su quattro AstraZeneca protegge dalle forme lievi della malattia mentre nella totalità dei casi impedisce le forme gravi che portano in ospedale.

Altre Notizie