Sabato, 27 Febbraio, 2021

In Val d'Aosta numeri da zona bianca: "Sarebbe la prima Regione d'Italia"

Covid Valle d'Aosta possibile zona bianca lo dicono i numeri Val d’Aosta verso la zona bianca: sarebbe la prima regione, ecco cosa cambierebbe
Esposti Saturniano | 19 Febbraio, 2021, 16:01

E' quello che potrebbe accadere a breve ad una regione italiana.

Le cifre dicono appunto che per la terza settimana consecutiva l'incidenza dei contagi ad Aosta e dintorni rimane sotto i 50 casi ogni 100.000 abitanti: è una quota che consente di tenere tracciabile la diffusione del virus e che toglie pressione al sistema sanitario. Il passaggio in zona bianca porterebbe - per la regione di confine - la caduta di divieti e chiusure. "A meno che non si cambi qualche parametro di definizione nella classificazione, - ha dichiarato - non vedo perché noi dovremmo con questi numeri andare in una zona diversa da quella gialla". Sarebbe la prima regione d'Italia.

Per quanto riguarda i ricoveri, ci sono soltanto otto pazienti Covid negli ospedali e di questi, solo due di loro sono in terapia intensiva. La decisione definitiva - che tiene conto anche di.

Teoricamente, dunque, potrebbe riaprire anche il Casinò di Saint Vincent, chiuso, al pari di tutte le altre attività di gioco fisico, ormai da fine ottobre. "Quasi". La zona bianca prevista dall'ultimo Dpcm in ordine di tempo prevede infatti la libera circolazione dei cittadini, all'interno del territorio regionale, senza alcun coprifuoco, oltre alla riapertura di cinema, teatri, palestre e piscine, la possibilità per bar e ristoranti di aprire al pubblico senza vincoli di orario.

Le sei regioni ritenute a rischio di passare in zona arancione sono Lombardia, Lazio, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Marche e Piemonte. "I dati arrivati ieri sera (mercoledì 17 febbraio, ndr) sono tutti in riduzione: - ha spiegato - Rt ha una punta più bassa di 0,74 avendo una media di 0,8 contro lo 0,94 della scorsa settimana".

Altre Notizie