Sabato, 10 Aprile, 2021

Usa, Ocasio-Cortez: "Io, vittima di abusi sessuali"

MondoAssalto al Congresso raccontato da Alexandria Ocasio Cortez By Aroldo Calabresi  Febbraio 2 2021 MondoAssalto al Congresso raccontato da Alexandria Ocasio Cortez By Aroldo Calabresi Febbraio 2 2021
Evangelisti Maggiorino | 04 Febbraio, 2021, 15:45

È quanto raccontato dalla stessa deputata democratica in una diretta su Instagram seguita da oltre 150'000 persone.

Nei prossimi giorni per attaccare il Congresso degli Stati Uniti, avvenute il 6 gennaio, le indagini dei pubblici ministeri federali avevano rivelato l'intenzione di alcuni degli aggressori di rapire e "assassinare membri del Parlamento". Il deputato democratico, invece, ha voluto chiarire la necessità di parlare di trauma per sensibilizzare, spiegando che i traumi non possono essere semplicemente superati, ma "si accumulano uno sull'altro".

La parlamentare democratica Usa Alexandria Ocasio-Cortez ha raccontato di essere "sopravvissuta a un'aggressione sessuale". Voglio scusarmi in anticipo, anche per la voce che trema, ma state per sapere delle cose su di me che non conoscevate prima. Alexandria Ocasio-Cortez trattiene a stento le lacrime, mentre ricorda la sua terribile esperienza nel corso di una diretta Instagram in cui è tornata sul tema della violenza all'interno degli Stati Uniti. Il trauma della violenza sessuale è riaffiorato proprio quel giorno, quando si dovette nascondere nel bagno del suo ufficio mentre sentiva dei colpi sui muri e le urla di un assalitore che la cercava. Quando ha cercato di vedere chi fosse, attraverso la fessura della porta semiaperta, ha visto "un uomo bianco con un cappello nero".

Dopo un po 'un membro del suo staff si avvicinò e le disse che poteva uscire, l'uomo minaccioso era fuori dal suo ufficio ed entrambi si rifugiarono nell'ufficio di Katie Porter, un membro del Congresso Democratico della California.

"Il motivo per cui lo sto dicendo, e mi sto lasciando prendere dall'emozione nel farlo, è perché alcuni ci dicono di andare avanti, che non è un grosso problema, che dovremmo dimenticare - ha aggiunto -".

"Non sono mai stata così silenziosa in tutta la mia vita". La donna spiega come le vittime di violenza non solo non vengano sempre aiutate e comprese, anzi spesso vengono accusate e viene detto loro di chiedere scusa.

"Ho pensato che quella fosse la fine per me", ha confessato la politica 31enne, che ha anche ammesso di essere stata vittima in passato di molestie sessuali e di come quel trauma abbia condizionato la percezione dell'assalto al Campidoglio. "Ma quando subiamo un trauma, questo si va aggiungere agli altri che già abbiamo".

Altre Notizie