Domenica, 11 Aprile, 2021

Covid, vaccino: pubblicato il contratto tra AstraZeneca e Ue

Puglia in zona arancione, Emiliano: Via libera al vaccino di AstraZeneca: ecco il verdetto dell’Ema
Esposti Saturniano | 31 Gennaio, 2021, 17:27

La Commissione tecnico scientifica dell'Agenzia del farmaco ha dato il via libera per tutte le fasce di età, cioè ha seguito la stessa strada di Ema, l'agenzia regolatoria europea, ma ci sono dei nodi che non lasciano tranquilli.

In serata, il vaccino di AstraZeneca è stato autorizzato dalla Commissione europea.

I Dopo il via libera dell'Agenzia europea del farmaco (Ema) al vaccino anti-Covid-19 sviluppato all'università di Oxford e prodotto dalla AstraZeneca, anche l'agenzia italiana Aifa ha dato la sua autorizzazione per l'uso nella popolazione al di sopra dei 18 anni di età. È una notizia incoraggiante. "La battaglia contro il virus è ancora complessa, ma avere a disposizione un altro vaccino efficace e sicuro ci dà più forza nella campagna di vaccinazione" ha dichiarato il ministro della Salute Roberto Speranza attraverso un post su Facebook. E', secondo quanto si apprende, uno dei passaggi dell'intervento del ministro della Salute, Roberto Speranza, durante il vertice con i presidenti delle Regioni sulla rimodulazione del piano vaccinale. "Desidero, infine, esprimere tutta la più' profonda riconoscenza mia e dei miei figli agli straordinari scienziati con le unità' di supporto che in IRBM, nella sua divisione vaccini Advent e nel Cnccs, (Consorzio in partnership con CNR ed ISS), hanno reso possibile rafforzare ulteriormente la reputazione del gruppo IRBM nella considerazione ed apprezzamento del mondo scientifico internazionale". I primi dati su efficacia e sicurezza sono stati pubblicati all'inizio di dicembre 2020 su The Lancet. Contrariamente ai vaccini Pfizer e Moderna, con efficacia più del 90 per cento nei soggetti più anziani o più fragili, quello di AstraZeneca avrebbe un'efficacia del 59 per cento. Questo vaccino in particolare utilizza un vettore virale di scimpanze' con deficit di replicazione basato su una versione indebolita di un comune virus del raffreddore (adenovirus), che causa infezioni negli scimpanze' e contiene il materiale genetico della proteina spike Sars-CoV-2. Una volta venuto a contatto col vaccino e con la proteina, il sistema immunitario reagisce producendo la reazione anticorpale che proteggerà dal Covid.

Altre Notizie