Lunedi, 01 Marzo, 2021

F1 Domenicali: "Ferrari tornerà presto competitiva"

Il sorriso del nuovo capo della Formula 1 Il sorriso del nuovo capo della Formula 1
Cacciopini Corbiniano | 23 Gennaio, 2021, 06:41

Il nuovo Ceo (Amministratore Delegato) della F1 Stefano Domenicali ha rilasciato delle dichiarazioni dove ha auspicato un ritorno della Ferrari in grado di competere e smuovere il campionato ormai fermo sullo strapotere della Mercedes e di Hamilton.

Sul calendario Domenicali dichiara: "C'è un prudente ottimismo per questo calendario a 23 gare". Siamo in contatto con tutti gli organizzatori e, al di là del cambiamento che c'è stato in Australia, ad oggi tutti hanno confermato che con le restrizioni legate alla pandemia ed alle direttive governative, l'obiettivo è di correre tutti i gran premi. Un passaggio importante poi sugli orari delle gare: "Posso confermare che si tornerà alla partenza nell'ora piena, cioè alle 14, alle 15, alle 17 e così via. In più vista la sua attenzione per tutto quello che va al di là delle corse, rimanere campione del mondo gli dà una visibilità diversa e un peso maggiore e la Mercedes può garantirgli tutto questo". "Abbiamo bisogno tutti di una Ferrari competitiva - ha detto il CEO della Formula 1 -, che torni a giocarsi le proprie carte, in un contesto che non è facile". Anche se i regolamenti sono congelati sono sicuro che le cose andranno meglio rispetto allo scorso anno. Mi aspetto una Ferrari che si avvicini all'obiettivo di poter tornare a lottare. Devo però dire che ha davanti a lui una grande opportunità, ovvero diventare a suon di record il più grande pilota di tutti i tempi.

Il sorriso del nuovo capo della Formula 1
Il sorriso del nuovo capo della Formula 1

Conclusione dell'intervista con il capitolo giovani che per Domenicali, oltre a rappresentare il futuro della Formula 1, devono sentirsene anche promotori e ambasciatori: "Un campionato così, come in questi anni, e ancora per tanti anni, vedrà dei protagonisti che sono davvero straordinari". Domenicali ha ancora tanto a cuore la Ferrari e si augura che già dal 2021 possa tornare a vincere, dopo l'annus horribilis appena trascorso.

Altre Notizie