Lunedi, 01 Marzo, 2021

Antitrust: sanzione di 10 mln a TicketOne per abuso di posizione dominante

Biglietti concerti a Ticket One multa da 10 milioni di euro dall'Antitrust A TicketOne multa da 10 milioni di euro dall’Antitrust per abuso nella vendita dei biglietti
Deangelis Cassiopea | 21 Gennaio, 2021, 23:48

L'Antitrust ha elevato una sanzione di oltre 10 milioni di euro al gruppo CTS Eventim-TicketOne per abuso di posizione dominante. Di seguito tutti i dettagli.

- leliosimi: "una complessa strategia abusiva che ha precluso ai concorrenti la possibilità di vendere, con qualsiasi modalità e..."

Inoltre, avrebbe imposto l'esclusiva ai promoter locali, stipulato accordi commerciali con operatori di vendita di biglietti di dimensione minore o locale e messo in pratica comportamenti "di ritorsione e boycott" nei confronti del gruppo Zed. Il gruppo ha infatti agito in modo da precludere agli operatori concorrenti la vendita di un alto numero di biglietti.

L'Autorità ha altresì sancito che almeno il 20% del totale dei biglietti relativi agli eventi prodotti o distribuiti da Società del Gruppo Eventim-Ticketone (ovvero a questi vincolati in esclusiva) vengano d'ora in avanti venduti da altri operatori di ticketing. Da un lato quindi i consumatori sono stati privati della possibilità di scelta tra i diversi operatori di ticketing, dall'altro hanno pagato per anni prezzi dei biglietti più elevati proprio a causa della posizione dominante accertata dall'Antitrust.

La vicenda si riferisce dunque esclusivamente al mercato della musica leggera, un settore che nel 2019 secondo fonti SIAE ha prodotto oltre 18.000 eventi con 1,2 milioni di presenze e 386 milioni al botteghino, mentre il giro d'affari per il ticketing è arrivato a 50 milioni. Sottolinea: "La mancanza di concorrenza si ripercuote direttamente sul prezzo finale del biglietto, sotto forma di commissioni di vendita più alte del dovuto". E questo problema è ancora irrisolto. "Speriamo però che la sanzione serva ad affrontarlo, almeno per la parte finale delle vendita".

Non è tardata la replica di TicketOne, la quale annunciando il ricorso al TAR "respinge fermamente le affermazioni contenute nel provvedimento" ritenendo la decisione dell'AGCM "manifestamente inappropriata, basata su una definizione del mercato rilevante errata e in violazione di norme imprescindibili in materia". "Ticketone si appellerà al tribunale amministrativo competente ed è fiduciosa, anche alla luce della precedente giurisprudenza sulle decisioni dell'Agcm, che anche questo provvedimento sarà revocato dal Tar", si legge in una nota.

Scrive per noiSabrina Bergamini Giornalista professionista. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Cucino poco ma buono.

Altre Notizie