Lunedi, 01 Marzo, 2021

Rischio pandemia ignorato per 15 anni, il duro rapporto del Wef

World Economic Forum 2021 al via un decennio di tumulti I rischi 2021-2030 secondo il World Economic Forum. Fonte Global Risks Report 2021
Evangelisti Maggiorino | 21 Gennaio, 2021, 16:36

Il Forum economico mondiale è una fondazione senza fini di lucro con sede a Cologny, vicino a Ginevra, in Svizzera, nata nel 1971 per iniziativa dell'economista ed accademico Klaus Schwab.

Zaihidi ha inoltre spiegato che durante il summit, previsto in video conferenza per la prossima settimana, saranno mobilitati i "leader globali per dare forma ai principi, alle politiche e alle partnership necessarie in questo nuovo contesto". Un'eredità pesante arrivata dal 2020, anno in cui si sono acuite ferite socio-economiche già presenti nelle dinamiche di sviluppo attuali. Uno sguardo severo, quello degli economisti del Wef, derivante da anni di allarmi ignorati da parte di politici e opinione pubblica.

Allarme della pandemia ignorato per 15 anni" (Di martedì 19 gennaio 2021) "Per 15 anni il World Economic Forum ha avvertito sul pericolo delle pandemie.

Nel report si sottolinea come il 2020 abbia assistito agli effetti catastrofici dell'ignorare i rischi a lungo termine di una crisi come quella pandemica. "La pandemia di Covid-19 non solo si è presa milioni di vite, ma ha anche ampliato disparità già esistenti da molto tempo in termini di accesso alla sanità, economiche e digitali".

Fonte Global Risks Report 2021 World Economic Forum
Fonte Global Risks Report 2021 World Economic Forum

"I nostri dati più recenti - si afferma - indicano che l'impatto immediato del Covid-19 sulla disparità e frammentazione sociale nei prossimi 3-5 anni minaccerà l'economia, e nei prossimi 5-10 anni la stabilità geopolitica".

Quanto ai pericoli più temuti, l'indagine del Wef svela che nel breve termine (0-2 anni) si teme soprattutto il diffondersi di malattie infettive, le crisi occupazionali, il divario digitale e la disillusione dei giovani. Le giovani generazioni "sono le più colpite da questi sviluppi" - avverte il Wef - e globalmente nell'immediato preoccupano gli effetti in termini di "peggioramento della salute mentale e disponibilità di mezzi di sussistenza". Ma i più giovani rischiano seriamente di "perdere completamente le opportunità del prossimo decennio". Questo perché, oltre a mettere in discussione la coesione sociale, le nuove generazioni stanno affrontando la loro seconda crisi globale. Seguono poi l'indebitamento e la possibilità di un collasso infrastrutturale delle tecnologie dell'informazione.

I rischi 2021-2030 secondo il World Economic Forum.

Altre Notizie