Venerdì, 05 Marzo, 2021

Dopo Mastella, Calenda litiga con Le Iene: "Lasciate stare mio figlio"

Crisi di governo: continua la caccia ai “responsabili” Calenda irrompe in Tv e asfalta Mastella: “prima della telefonata neanche lo conoscevo, è un sensale che cerca voti a nome di altri”
Deangelis Cassiopea | 18 Gennaio, 2021, 18:26

Nuova puntata dello scontro tra Carlo Calenda e Clemente Mastella.

Per quanto riguarda le telefonate per la creazione di un gruppo di 'costruttori', Mastella aggiunge: "Io non ho mai incontrato Conte in vita mia".

A quelle parole molto forti, il leader di Azione ha telefonato in diretta per replicare. "Non sopravvivere". Calenda d'altronde aveva lasciato il Pd proprio in seguito all'accordo di governo con i 5 Stelle che ha portato al Conte-bis, quindi per un personaggio politico che si è rivelato sempre abbastanza coerente è quasi impossibile che ora faccia un passo indietro.

Dal canto suo, il leader di Azione ha ribadito la sua versione dei fatti: "Un signore a me sconosciuto mi ha chiamato per dirmi che se avessi votato la fiducia, il Pd mi avrebbe appoggiato a sindaco di Roma - ha detto Calenda -".

La "rivelazione" ha subito raccolto le reazioni di centinaia di utenti che si sono affannati a esprimere la loro opinione sul caso che ha scosso Twitter. A quel punto il fondatore dell'Udeur ha deciso di lasciare la trasmissione: "Mi dispiace, ma non voglio confrontarmi con Calenda. Io ho chiamato solo Calenda e mia moglie" e poi parla dell'ex ministro dello Sviluppo economico definendolo "burinotto, pariolino, figlio di papà".

"È evidente che le perplessità di Renzi erano le perplessità del Pd - riconosce Calenda -, tuttavia rimane questo scoglio, che si vada avanti con Conte. Allora le telefonata è finita lì". E così fra pentagrillini che ormai possono solo più rinnegare il battesimo, perché tutto il resto di programma e battaglie lo hanno già rinnegato, si assiste a scaramucce fra personaggi politici più o meno in vista. Mastella, però, si sottrae al confronto e abbandona il collegamento: "Non ho nulla da dire a una persona della sua moralità, parlateci voi". "Ha fatto una telefonata da venditori da elenco telefonico". "Trovo questa pratica indegna e l'ho liquidato, penso fosse giusto che il governo, il Pd e i cittadini sapessero che un figuro del genere si aggira dicendo queste cose".

Così quando Lucia Annunziata chiede a Mastella della chiamata, il sindaco di Benevento risponde: "Telefonate?".

Altre Notizie