Lunedi, 01 Marzo, 2021

Vaccino anti-Covid: in Sicilia 111mila le dosi iniziali, si parte a gennaio

Vaccino Covid, Arcuri: “Partiamo a metà gennaio, simbolo sarà un fiore” Domenico Arcuri, altra rovinosa gaffe: "Quando iniziamo coi vaccini", in che mani siamo?
Esposti Saturniano | 15 Dicembre, 2020, 04:23

Che la comunicazione in stile social sia penetrata anche in quegli aspetti più essenziali per la nostra sopravvivenza lo dimostra in maniera efficace la comunicazione del commissario per l'emergenza coronavirus Domenico Arcuri, che ha presentato il piano di vaccinazione alla stampa partendo da un dettaglio che, in realtà, dovrebbe essere l'unica cosa a cui pensare in questo momento: ovvero la forma dei padiglioni dove si somministrerà il farmaco che dovrebbe contribuire a immunizzare la popolazione italiana dal coronavirus.

"I dati ottenuti costituiranno la base del rapporto che sarà utilizzato per presentare domande per la registrazione accelerata del vaccino russo in altri paesi". "Questa idea di una primula che ci aiuti ad uscire da un inverno cupo è il messaggio che vogliamo dare - ha detto Boeri - il fiore è il segnale di inizio della primavera, un simbolo di serenità e rinascita". Pensiamo che ci saranno molte persone e molte aziende che svolgeranno questa funzione 'pro bono' come ha fatto l'architetto Boeri. La campagna di vaccinazione inizierà da metà gennaio, come tutti sanno.

Sono circa 100mila i pugliesi che, in prima battuta, verranno vaccinati contro il Covid a metà gennaio: lo riferisce il direttore del dipartimento Salute della Regione Puglia, Vito Montanaro. E questa prima tranche di vaccino tutto è tranne che una campagna di vaccinazione di massa. Abbiamo condiviso nei giorni scorsi con il primo produttore del vaccino le modalità di ricezione e somministrazione delle prime dosi che speriamo arrivi almeno per 1 milione e 800 mila italiani a partire dalla metà di gennaio.

Altre Notizie