Mercoledì, 24 Febbraio, 2021

Cashback, funziona anche senza Spid e app IO

Quanto vale, quando parte e come funziona il cashback Al via il cashback di Natale dall'8 dicembre
Esposti Saturniano | 06 Dicembre, 2020, 21:38

Italia Cashless è un piano messo a punto dal Governo per incentivare l'uso di carte di credito, debito e app di pagamento, al fine di modernizzare il Paese e favorire lo sviluppo di un sistema più digitale, veloce, semplice e trasparente. L'incentivo proseguirà anche dopo le feste con il cashback ordinario: con un minimo di 50 pagamenti con moneta elettronica, ogni 6 mesi verrà rimborsato il 10% dell'importo speso fino a un massimo di 150 euro di rimborso complessivo. Con un asterisco: gli acquisti che rientrano nel calcolo del cashback non possono superare i 150 euro di valore unitario e quindi per raggiungere il beneficio massimo bisognerebbe effettuare 10 o più operazioni.

Come partecipare all'Extra Cashback di Natale?

Il cashback sarà pari al 10% dei pagamenti effettuati tramite le carte abilitate a partire dall'8 Dicembre, per un massimo di 15 euro per singolo acquisto e 150 euro al mese o per il periodo d'interesse.

Forse non tutti sanno che ci sono dei metodi alternativi per ottenere il cashback senza SPID. All'interno dell'app è necessario inserire le coordinate delle proprie carte e un IBAN sul quale si desidera ricevere il rimborso. Già da oggi è possibile registrarsi sul sito https://www.lotteriadegliscontrini.gov.it/portale/ per ottenere il proprio codice lotteria, che dovrà essere comunicato all'esercente in fase di pagamento. Non danno diritto al cashback le operazioni presso gli sportelli ATM (ad esempio le ricariche), i pagamenti ricorrenti con addebito su carta o su conto corrente, i bonifici per gli addebiti diretti su conto corrente e gli acquisti fatti da professionisti o imprenditori per la propria attività. Ce n'è solo uno, di trucco, ma è enorme: per avere il rimborso bisogna pagare con carte di credito, bancomat o carte prepagate, non con i contanti.

Per quel che riguarda le spese ammesse, non sono previsti limiti merceologici. Il Decreto del Governo, detto appunto di Natale, ha previsto due principali tipi di cashback, ossia due tipologie di rimborso. Cioè una delle iniziative del Governo apparentemente studiate per il Natale, per il rilanciare l'agonizzante commercio, ma in realtà destinate a durare come minimo fino a metà del 2022. Ma le società fintech hanno alzato la posta affiancando altre iniziative al cashback di Stato, innanzitutto permettendo di accedere al programma direttamente dalle loro app senza dover fare una nuova registrazione su Io, l'app dei servizi pubblici che ha, come barriera all'ingresso, l'obbligo di registrarsi con Spid, l'identità digitale. "Cashback" significa infatti letteralmente "soldi indietro" e "cashless" vuol dire meno contanti.

Altre Notizie