Sabato, 05 Dicembre, 2020

Covid, Oms: "Terza ondata in Europa se governi non si organizzano"

David Nabarro inviato speciale dell’Organizzazione mondiale della Sanit Covid, Oms: "Terza ondata in Europa se governi non si organizzano"
Evangelisti Maggiorino | 23 Novembre, 2020, 00:56

E' l'allarme lanciato dall'inviato special dell'Oms per il Covid19, David Nabarro, in un'intervista ad alcuni giornali svizzeri. Le misure finora adottate, alla luce di una "situazione estremamente grave", sono da lui reputate troppo blande.

A suo avviso, le autorità non sono riuscite ad approntare le infrastrutture necessarie, dopo aver messo sotto controllo la prima ondata.

Gli Stati dell'Asia orientale, sottolinea Nabarro, hanno dimostrato che non è opportuno allentare le restrizioni se non si è in grado di tenere sotto controllo il numero dei contagi, come lo erano la scorsa estate.

L'Oms avverte l'Europa che se non si attrezzerà in modo corretto ci sarà una terza ondata della pandemia all'inizio del 2021. "Bisogna attendere fino a quando i casi restano bassi".

L'attenzione di Nabarro si è appuntata soprattutto sulla situazione nella Svizzera romanda, giudicata "estremamente grave, con un numero molto elevato di casi e gli ospedali obbligati ad affrontare un vero e proprio sovraccarico. Mi sorprende che il Covid non sia trattato come un'emergenza nazionale", ha concluso.

Altre Notizie