Martedì, 01 Dicembre, 2020

Conte: 'Risultati insoddisfacenti, potevamo fare meglio'

Cacciopini Corbiniano | 21 Novembre, 2020, 18:51

Il tecnico parla ad Appiano a partire delle ore 14.

Antonio Conte è pronto a rituffarsi in campionato dopo la sosta delle nazionali, con l'obiettivo di recuperare terreno nei confronti delle rivali cominciando già dalla sfida di San Siro col Torino: "Il momento è difficile, soprattutto per chi affronta le competizioni europee - ha detto in conferenza stampa - Però è così dall'inizio dell'anno e sarà così anche dopo Natale. Speriamo di avere maggiore fortuna con infortuni e positivi".

Eriksen: "Non so se sia una questione di lingue, io scelgo per il bene dell'Inter". Quando lo riterrò opportuno lo sceglierò nell'undici iniziale o a gara in corso. "I pronostici? Mi auguro che chi giudica abbia onestà intellettuale." . "Se siamo i più competitivi?"

"Sinceramente mi auguro che questo equilibrio rimanga fino alla fine, perché più squadre saranno coinvolte nella corsa allo scudetto e alla zona Champions, più dovranno emergere alcune situazioni come il lavoro, l'organizzazione e la mentalità".

Statistiche: "Conosciamo che abbiamo numeri importanti e questo ci conferma che questa squadra ha raccolto meno di quanto meritasse". Sono numeri positivi, dobbiamo essere più bravi nell'efficacia in zona gol.

Torniamo su Eriksen. Pensa che in futuro possa giocare da play basso, come giocava Pirlo nella sua Juve?

"Secondo me no, assolutamente". Christian ha una dote importante secondo me, ha un calcio importante, sia di destro che di sinistro. Se glielo togli e lo metti davanti alla difesa, snaturi totalmente il giocatore.

"Se parla di risultati, mi trova d'accordo". Se si riferisce ai risultati, sicuramente potevamo fare meglio. "Per quel che stiamo mostrando - dice - mi auguro di rivedere le stesse cose e di portare a casa un risultato positivo perché alla fine anche se domini le partite e crei situazioni da gol ma pareggi o perdi si vede il bicchiere mezzo vuoto". E poi come si spiega il ritardo di chi ha giocato l'anno scorso le coppe?

"Non lo so se c'è un motivo per la seconda domanda". Noi e l'Atalanta abbiamo finito molto tardi, siamo stati gli ultimi in Italia a finire la scorsa stagione. Abbiamo dovuto inserire i giocatori direttamente su partite ufficiali e non con allenamenti e amichevoli. "Vedrete che il risultato sarà difficilmente scontato, in ogni partita, e ci sarà da sudare per tutti".

Altre Notizie