Sabato, 05 Dicembre, 2020

Amici 20, il dolore dell’allievo Esa Abrate: "Mio padre mi picchiava"

Andreas Muller Amici 2020: nuovi allievi, professori, ospiti della prima puntata
Deangelis Cassiopea | 18 Novembre, 2020, 17:11

Oggi si è confessata con la ballerina Martina e ha raccontato di un episodio doloroso del suo passato vicino. "Lei aveva 4 figli però siccome io ero un figlio illegittimo non mi hanno voluto tenere in casa".

Insomma le sue parole non sembrano un vero e proprio addio, ma solo la volontà di voler sperimentare nuovi orizzonti: "ho bisogno di sperimentare, di ricercare, di avere stimoli, di crescere" ha infatti ammesso, aggiungendo subito dopo "di iniziare anche nuovi percorsi per conoscermi ancora di più come Artista e non."Andreas Mueller ha tuttavia partecipato personalmente alla prima puntata di Amici 2020, in occasione proprio del ventennale della messa in onda del talent". Sono cambiati professori e format, nelle ultime edizioni è anche arrivato il 'serale', ma il fascino di #amici20 è lo steso di sempre. La giovane prende la parola, dopo l'esibizione e ricorda a tutti i momenti tristi che hanno attraversato la sua infanzia. Prima di essere affidato al padre, con i risvolti sopradetti, il piccolo è stato mandato da un'amica della madre. "Sulla schiena ho le cicatrici". Da piccola era solita andare in moto col babbo, ma un giorno quest'ultimo è stato "investito" da un infarto fulminante, provocando un incidente mortale, dal quale la stessa Arianna è riuscita a salvarsi.

"Io non potevo mai uscire". Allora quando lui non c'era, dal primo piano mi buttavo giù e andavo a giocare. "A volte quando tornava dal lavoro mi beccava e mi picchiava con la cintura".

Poi il trasferimento in istituto e l'adozione: "Poi si sono aperte le pratiche della mia adozione e sono stato adottato e se sono quello che sono lo devo a loro".

Esa si è già distinto con la sua voce durante la prima puntata di Amici 20 ed ora è pronto a riscattare il dolore vissuto in passato con la musica.

Altre Notizie