Lunedi, 30 Novembre, 2020

Calabria, Zuccatelli si dimette. I nomi in campo per sostituirlo

Sanità, si dimette Zuccatelli: Governo verso la nomina del nuovo commissario Sanità in Calabria, Zuccatelli si dimette su richiesta del ministro Speranza
Machelli Zaccheo | 17 Novembre, 2020, 04:22

Per beccarti il virus, se io fossi positivo, sai cosa devi fare? A rivelare la situazione è il Commissario designato per la Sanità in Calabria, Giuseppe Zuccatelli, che intervenendo a Buongiorno Regione su Tgr Calabria, ha denunciato di non poter essere ancora operativo. Ieri in fondatore di Emergency Gino Strada, inizialmente indicato dal governo come successore di Zuccatelli aveva ribadito la sua disponibilità "ma dal governo non mi ha chiamato nessuno" aveva aggiunto con amarezza. Quel video era un'iperbole. A poche ore dalla scelta del nuovo commissario per la Sanità Eugenio Gaudio, il terzo nel giro di una manciata di giorni dopo il siluramento di Saverio Cotticelli e le dimissioni imposte dal ministro della Salute Roberto Speranza al suo sostituto Giuseppe Zuccatelli, ecco un nuovo colpo di scena: secondo quanto riportato dal quotidiano Domani, l'ex rettore dell'Università La Sapienza di Roma Gaudio aveva ricevuto l'avviso di conclusione indagine ed era stato interrogato nell'ambito di una inchiesta avviata nel 2019 dal Procuratore di Catania Carmelo Zuccaro e dalla pm Raffaella Vinciguerra. Strada è un personaggio molto apprezzato dal Moviemento 5 Stelle e dalle Sardine, nonché da Matteo Renzi, che su Facebook aveva sostenuto la sua candidatura, scrivendo: "È un uomo vero".

Ma da più parti nella maggioranza si alzano voci di dissenso. E Nicola Fratoianni aggiunge: "Cosa aspetta il governo?" Solo quelli, legittimi perchè costituzionalmente da garantire, dei calabresi. Nel conteggio sono compresi anche i due pazienti di Bergamo trasferiti a Catanzaro, mentre non sono compresi i numeri del contagio pervenuti dopo la comunicazione dei dati alla Protezione Civile. "Non sono in questa condizione perché dopo quei primi colloqui non mi è stata fatta alcuna proposta formale". Non ci sta però a far credere che la sua mancata nomina sia frutta di una sua indecisione: "Da medico, ritengo che in un momento di grave emergenza sanitaria per il nostro Paese, tutti debbano dare una mano e con questo spirito avevo messo a disposizione il lavoro mio e di Emergency, che già opera da 15 anni in molte regioni italiane, Calabria inclusa". Una nomina che il Consiglio dei ministri potrebbe ufficializzare già oggi. Zuccatelli era stato incaricato una settimana fa.

Altre Notizie