Sabato, 23 Gennaio, 2021

L'appello del commissario per l'emergenza Covid-19 Arcuri agli italiani

Coronavirus, Arcuri “Se la curva aumenta sistema sanitario non regge” Covid, Arcuri: “Situazione grave. Responsabilità non basta, servono più limitazioni”
Machelli Zaccheo | 31 Ottobre, 2020, 05:08

Si tratta di numeri impressionanti che spiegano, almeno a chi ha voglia di capire, la dimensione del virus. E' quanto ha detto il commissario straordinario per l'emergenza Covid-19, Domenico Arcuri, nel corso della conferenza stampa.

"Dobbiamo anzitutto comprendere l'ampiezza, la natura e le differenze con la stagione che abbiamo alle spalle per reagire" dice. "E questa è la cruda e drammatica realtà dei numeri". Negli Stati Uniti c'è un contagiato ogni 17 abitanti e un deceduto ogni 526. "Non abbiamo problemi reali di affollamento della terapie intensive, ma abbiamo un grave problema di affollamento degli ospedali". La progressione dell'attuale Rt determina un raddoppio ogni settimana.

Guardando alle spalle, a marzo, all'inizio dell'emergenza, "siamo però in un altro mondo" riflette il commissario. A marzo il 52% dei positivi si curava a casa, ieri il 95%. Il 7% era in terapia intensiva, ieri lo 0,6%. Trecentomila test giornalieri tra tamponi e antigenici a partire da lunedì prossimo.

Prima il virus correva più forte di noi, colpiva e uccideva, ora lo intercettiamo. Prima c'era un esercito di asintomatici che non conoscevamo, oggi sappiamo che l'80% dei contagiati è asintomatico. Questo non significa informare i cittadini, cosa che invece andrebbe fatta, anzi doveva essere fatta da mesi.

Fino a quel giorno il 9% dei contagiati era morto e solo l'11% guarito. "Risulta evidente che se non raffreddiamo la curva non riusciamo a seguire e fronteggiare questa crescita, anche se qualitativamente diversa".

"Il virus oggi fa meno danni rispetto a marzo, ma fino a quando sara' cosi'?" Evitare ogni spostamento non necessario e ogni assembramento, oltre le misure previste dal Dpcm. "Al momento, in base ai materiali già inviati nei mesi precedenti dalla struttura commissariale, sono attivabili ancora 1.445 posti di terapia intensiva e le Regioni si stanno già attrezzando per attivarli", ha ricordato Arcuri, sottolineando: "Sono già nelle disponibilità altri 1.849 ventilatori pronti per la distribuzione". "Si sta facendo uno sforzo in linea con la conservazione del valore scuola" ha aggiunto "da lunedì avremo una capacità di fare 200 mila tamponi molecolari, e almeno altri 100 mila test molecolari antigenici, da lunedì faremo uno screening ad almeno 300 mila italiani al giorno". "Serve un sacrifico ulteriore: dobbiamo tutti muoverci il meno possibile" ha aggiunto "l'80% dei contagi avviene nelle famiglie, ma qualcuno nelle case il virus lo porta". "Dobbiamo a tutti i costi alleggerire la pressione sugli ospedali".

L'articolo Covid, Bond (FI) contro commissario Arcuri: "fa terrorismo psicologico" proviene da Parlaveneto.

Altre Notizie