Venerdì, 23 Ottobre, 2020

Covid, Ricciardi: "Chiusura mirata delle regioni con Rt superiore a 1"

Ricciardi: Ricciardi: "Palestre e negozi, chiusure mirate dove l'indice Rt supera l'1"
Machelli Zaccheo | 18 Ottobre, 2020, 15:59

Secondo quanto è trapelato gli esperti del Cts chiedono si giunga a provvedimenti più restrittivi in tempi rapidi che superino l'attuale Dpcm, anche in vista del week end.

"Data la situazione molto grave di circolazione del virus, abbiamo indicato chiusure mirate nelle regioni con altissima circolazione del Sars-Cov2 finalizzate a consentire lo svolgimento delle attività scolastiche e produttive".

Il consigliere del Ministro della Salute Walter Ricciardi ha annunciato di aver suggerito al governo misure più stringenti per limitare la diffusione del coronavirus: tra queste la chiusura di alcune attività di aggregazione come palestre e negozi non essenziali nelle regioni con indice di contagio superiore a 1. Mentre lo smart working dovrebe diventare la forma ordinaria di lavoro in tutto il Paese.

Allarme boom di contagi da parte del consulente scientifico del ministero della Salute, Walter Ricciardi che - a Tv2000 - ha stimato che già prima di novembre si potrebbe arrivare a 16mila casi al giorno. Il mancato o ritardato rafforzamento dei Dipartimenti di prevenzione (ci sono pochi medici igienisti a disposizione) e i migliaia di focolai in atto. "La situazione è molto grave - ha chiosato Ricciardi - le regioni stanno andando verso la perdita del controllo". E' il quadro delineato all'ANSA dal presidente nazionale dell'Associazione anestesisti rianimatori ospedalieri italiani-emergenza area critica (Aaroi-Emac), Alessandro Vergallo.

Ricciardi, visto l'aumento dei contagi in tutta Italia e il 30% dei posti di terapia intensiva occupati dai pazienti Covid, si è soffermato sul sistema di tracciamento dei contagi, che per lui non sta funzionando a dovere. Aumentano i probabili focolai in ambito scolastico, anche se la trasmissione intra-scolastica rimane complessivamente limitata. Ma per il premier Conte chiudere così in blocco non è la migliore soluzione e aggiunge: "Su Milano non mi aspetto un lockdown".

Altre Notizie