Venerdì, 30 Ottobre, 2020

Francia, prof decapitato in strada: "Mostrò vignette su Maometto"

Evangelisti Maggiorino | 16 Ottobre, 2020, 21:50

Secondo le prime informazioni, un uomo armato di un coltello e di un fucile, sospettato di aver decapitato un individuo, è stato ucciso dalla polizia a Eragny, nel dipartimento di Val d'Oise. Gli agenti gli hanno intimato di fermarsi, inutilmente, poi hanno aperto il fuoco, uccidendolo.

La procura antiterrorismo ha aperto un'inchiesta per "omicidio in relazione a un'azione terrorista" e "associazione criminale a scopo di terrorismo". Lo riferiscono fonti di polizia a Le Parisien. Alcuni genitori il 5 ottobre avevano segnalato nei giorni scorsi alla scuola il professore. Il killer sarebbe un 18enne nato a Mosca. Secondo il quotidiano parigino, la vittima aveva recentemente tenuto una lezione ai suoi studenti sulla libertà di espressione e aveva mostrato le caricature di Maometto, ripubblicate da Charlie Hebdo. Il giovane avrebbe avuto anche un giubbetto esplosivo.

L'aggressore che questo pomeriggio ha ferito a morte, decapitandolo, un uomo in mezzo alla strada nell'hinterland parigino avrebbe urlato 'Allah akbar', minacciando la polizia con un coltello. Il ministro degli Interni francese Gerald Darmanin ha affermato di essere in collegamento diretto con il presidente Emmanuel Macron, il primo ministro Jean Castex e con l'unità di crisi a Parigi per seguire in tempo reale l'evolversi della situazione.

Altre Notizie