Mercoledì, 21 Ottobre, 2020

Bugli, Caparini (Comitato di settore): bene via libera a contratto sanità privata

Sanità privata: Aris, ratificati Ccnl per personale medico e non medico. P. Bebber, Sanità privata, via libera alla ratifica della pre-intesa di giugno sul nuovo contratto
Machelli Zaccheo | 28 Settembre, 2020, 01:45

"Si chiude una vertenza fin troppo lunga e si apre una nuova stagione di investimenti".

"È ora necessario aprire una nuova stagione per il rinnovo di tutti i contratti pubblici e privati che riguardano nel nostro Paese più di dieci milioni di lavoratrici e lavoratori".

"La testimonianza di un grande senso di responsabilità nei confronti di chi lavora nelle nostre strutture sanitarie, nei confronti dei nostri stessi istituti e soprattutto delle persone malate che a noi si affidano con fiducia e speranza".

"Ora, fuori tempo massimo, aspettiamo la convocazione per la firma sul testo definitivo. Vigileremo sulla corretta applicazione di tutte le previsioni del nuovo Ccnl, azienda per azienda", sottolineano i segretari generali della Fp Cgil, Serena Sorrentino, della Cisl Fp, Maurizio Petriccioli, e della Uil Fpl, Michelangelo Librandi.

"È stata scritta una pagina storica per la Sanità italiana".

La Ugl sanità Sicilia accoglie con favore la disponibilità di Aiop e Aris al rinnovo del contratto, il 15 settembre scorso i dipendenti della Sanità Privata avevano protestato in via La Farina 3, dopo la mancata ratifica del rinnovo del contratto dopo 14 anni di attesa, adesso l'accordo sembra in dirittura d'arrivo. "Finalmente le lavoratrici e i lavoratori della componente di diritto privato si vedono riconosciuti gli stessi diritti di quelli della componente di diritto pubblico - ha dichiarato Cittadini - a conferma della piena e concreta integrazione delle due anime del Servizio Sanitario Nazionale".

"Questo obiettivo, atteso da oltre 14 anni, è il risultato della collaborazione virtuosa tra Istituzioni e Parti sociali, che segna il percorso per la costruzione della Sanità del futuro", aggiunge Cittadini. E aggiunge: "Va riconosciuto l'impegno davvero encomiabile profuso dal Ministro della Salute, Speranza che ha sostenuto con determinazione e coerenza la positiva chiusura di questa vertenza, insieme al Presidente della Conferenza delle Regioni Bonaccini".

"Desidero, però, rilevare il grande merito di tutti gli Associati, che hanno dimostrato, una volta ancora, di credere e voler investire nel SSN, riconoscendo il contributo fondamentale degli oltre centomila lavoratori che, ogni giorno, con impegno e grande professionalità, consentono alle nostre strutture di erogare prestazioni e servizi di qualità a tutti gli italiani".

Altre Notizie