Mercoledì, 02 Dicembre, 2020

Parigi, attacco vicino all'ex sede di Charlie Hebdo: attentatori in fuga

Parigi, Charlie Hebdo: quattro accoltellati nei pressi della vecchia redazione, torna il terrore? Parigi, attentato vicino alla sede di Charlie Hebdo: fermato un aggressore
Evangelisti Maggiorino | 25 Settembre, 2020, 15:50

"Evitate l'undicesimo arrondissement": è il tweet della Prefettura di Parigi che invita i cittadini a prestare attenzione a quello che pare come un attentato terroristico al momento in corso nella capitale francese. L'aggressione è avvenuta con un'arma bianca: non è chiaro se un grosso coltello, un machete o una scure.

Secondo la testimonianza di un cittadino a BFMTV, all'improvviso si sono sentite delle grida che lo hanno portato ad affacciarsi alla finestra. L'aggressore - inizialmente si era parlato di una persona, poi due, infine è stato confermato che ha agito da solo - sarebbe stato fermato poco dopo l'attacco.

La notizia è giunta pochissimi istanti fa: è stato fatto un nuovo attacco a Parigi ed, in particolare, nei pressi della vecchia redazione di Charlie Hebdo. Almeno due persone sono rimaste ferite, un uomo e una donna entrambi dipendenti della società di produzione televisiva Premières Lignes Television.

Il premier Jean Castex ha interrotto una riunione nella Seine-Saint-Denis, a Pantin, per confermare che "un attacco è stato condotto davanti alla vecchia redazione di Charlie Hebdo". Attualmente la Polizia è al lavoro per trovare gli aggressori in fuga.

Due feriti dipendenti di un'agenzia di stampa - Due dei feriti sono dipendenti dell'agenzia Première ligne, che è rimasta nell'edificio in cui sorgeva anche la redazione di Charlie Hebdo. I due addetti erano usciti dall'ufficio per una pausa quando sono stati attaccati da un machete.

Gli artificieri hanno intanto concluso i controlli su un oggetto sospetto trovato negli ex locali di Charlie Hebdo: non si tratta di un ordigno. Il presidente francese Macron sta seguendo gli sviuppi. I giornalisti di Premiére Ligne furono i primi a diffondere, dopo l'attacco del 2015, le immagini dei due killer in fuga dopo la strage.

PACCO SOSPETTO - Secondo fonti di polizia sul luogo dell'attentato, nella rue Nicolas Appert, è stato avvistato anche un pacco sospetto.

Il primo ministro francese, Jean Castex, ha annunciato in diretta televisiva l'immediata interruzione della sua visita nella Seine Saint-Denis, nella periferia di Parigi, per recarsi alla cellula di crisi allestita al ministero dell'Interno.

Altre Notizie