Mercoledì, 02 Dicembre, 2020

Vaccino antinfluenzale, in Emilia-Romagna si parte il 12 ottobre

Vaccinazione antinfluenzale, iniziata la corsa alla dose. Quando, perché e dove farla Influenza, in Veneto vaccino gratis per i bambini da 0 a 6 anni
Machelli Zaccheo | 24 Settembre, 2020, 08:12

Tra poche settimane l'abbassamento delle temperature e il clima più rigido porteranno con sé anche la consueta influenza stagionale. Un'altra categoria a rischio sono ritenuti tutti quei soggetti che indipendentemente dall'età, possono sviluppare forme gravi o mortali di malattia a causa di preesistenti patologie o condizioni predisponenti.

A fissare la data di avvio, le indicazioni per l'attuazione della campagna vaccinale e la sorveglianza dell'influenza, la circolare che è stata inviata alle Aziende sanitarie dalla Direzione generale dell'assessorato alle Politiche per la salute. Ecco, in sintesi, i contenuti.

Poiché è probabile che influenza e COVID-19 circoleranno assieme questo inverno, occorrerà non soltanto difendere i soggetti più vulnerabili, ma anche procedere assai più precocemente e capillarmente con la vaccinazione di bambini e adolescenti, tradizionalmente grandi diffusori dei virus influenzali. Quest'offerta verrà valutata nel prossimo Piano nazionale prevenzione vaccinale; in attesa dell'offerta gratuita per questa fascia di età, ancora per quest'anno la vaccinazione resta a pagamento e può essere eseguita anche dai servizi vaccinali dopo aver garantito la vaccinazione ai soggetti fragili.

Il vaccino antinfluenzale rimborsato in busta paga: questa l'iniziativa di welfare aziendale messa in campo da Cosp Tecno Service, per sostenere concretamente la campagna di vaccinazione avviata dal mese di ottobre e dare un segnale concreto di vicinanza ai propri soci e dipendenti.

Sulla base di un accordo raggiunto dalla Conferenza Stato-Regioni, per rendere disponibile al mercato privato una quota di vaccini, le Regioni rinunciano ad una parte di dosi vaccinali già acquistate tramite gara. A dispetto del passato, inoltre, le dosi saranno aumentate di più di un terzo, laddove, normalmente, le dosi passate non raggiungevano il milione di unità somministrate. Ma a quel punto non si venderebbero più vaccini, tanto meno i vaccini magari tossici di AstraZeneca, che è già stata condannata per commercio di farmaci non sufficientemente testati. I sindacati di categoria stanno trattando con le Usl la tariffa per svolgere tale mansione, che varia tra i 7 e i 10 euro a bambino.

"Sono preoccupato per la mancanza dei vaccini, perché mi aspettavo che sarebbero arrivati prima degli altri anni. Per evitare tutto questo bisogna aumentare la campagna vaccinale". Si prevede un aumento della domanda, rispetto al 2019, del 160%.

"In epoca COVID-19, la vaccinazione anti-influenzale e quella anti pneumococcica è importante che raggiunga alti livelli di copertura, in quanto, la prima, supporta il medico nella diagnosi differenziale tra influenza e COVID-19 evitando, soprattutto nelle persone ultra 60enni o con patologie croniche, una possibile confusione tra le due, la seconda evita una sovrapposizione da pneumococco in caso di infezione COVID-19".

Altre Notizie