Martedì, 27 Ottobre, 2020

Covid a Madrid cresce ancora: città si prepara al secondo lockdown

Coronavirus la Spagna trema nuovo lockdown e limitazioni a Madrid Allerta Covid in Spagna: nuove restrizioni a Madrid, parchi chiusi e mobilità limitata in 37 zone
Evangelisti Maggiorino | 21 Settembre, 2020, 13:09

Vale a dire: lavorare, studiare, fare la spesa, prendersi cura dei malati.

Per le strade della città sono stati inoltre schierati circa 200 agenti di polizia, che dovranno eseguire i controlli alle fermate degli autobus e delle metropolitane; messo in preallarme anche l'esercito. La regione madrilena ha un tasso di trasmissione da Coronavirus sei volte più alto della media nazionale ed è atteso l'annuncio di "misure drastiche" per tentare di contrastare la diffusione della malattia. In caso di violazione multe salatissime, dai 600 euro in su. Limite di sei persone negli incontri privati, oltre è "assembramento". Divisori, letti, macchine e biancheria sono disponibili in magazzino. Massimo sforzo in tutto il paese per raggiungere tmat e monitoraggio. Solo a Madrid sono stati individuati 22 focolai in 24 ore e i sospetti contagiati posti in auto quarantena. Le misure restrittive di Madrid dureranno almeno 14 giorni. Attualmente interessano 850.000 persone, tra le più povere e con più immigrati nella metropoli. "Nel nostro quartiere le case sono piccole, è impossibile stare lontano, basta un paziente perché tutta la famiglia diventi positiva". I social si sono scatenati contro la chiusura dei quartieri. Molte associazioni umanitarie lo hanno ritenuto di classe, capace solo di "approfondire le disuguaglianze". Le autorità sembrano inseguire due obiettivi.

Il ministro della Sanità Matt Hancock ha detto ieri a Sky News che "questa è l'ultima linea di difesa" prima di richiudere tutti in casa, un'ipotesi "che dobbiamo scongiurare tutti insieme, ma che saremo pronti ad attuare se sarà necessario".

Altre Notizie