Domenica, 20 Settembre, 2020

Incendi fuori controllo negli Usa, oltre 500.000 sfollati in Oregon

Usa oltre 30 vittime per gli incendi lungo la costa ovest Trump in California Usa: decine di città ridotte in cenere dagli incendi nella West Coast. La California assume i detenuti "vigili"
Evangelisti Maggiorino | 15 Settembre, 2020, 12:21

Gli incendi che stanno distruggendo vaste aree della California, dell'Oregon e di Washington ha già fatto contare 23 vittime e decine di migliaia di sfollati.

Ma significativi episodi di "santana" si possono manifestare anche in primavera e nel cuore della stagione estiva, dando luogo a insopportabili ondate di calore che fanno schizzare i termometri oltre il muro dei +40°C +42°C lungo la fascia costiera, mentre nelle zone del vicino retroterra californiano le temperature possono arrivare ad oltrepassare il fatidico muro dei +46°C +47°C.

Intanto, sui social network si sono diffuse false voci secondo cui degli attivisti antifascisti erano stati arrestati per incendio doloso, circostanza smentita dalla polizia di Medford (Oregon).

Gli incendi sono iniziati a partire da giovedì scorso. Migliaia le abitazioni distrutte, e decine di migliaia gli sfollati.

Roma, 13 set. (askanews) - Più di 30 persone sono morte a causa degli incendi che stanno ancora devastando gli Stati della costa occidentale degli Stati Uniti.

Sempre in California sono 16.000 i vigili del fuoco al lavoro 24 ore su 24, mentre in Oregon le autorità hanno deciso di evacuare ben 40.000 persone.

Altri incendi attualmente attivi in California sono il Creek Fire e il Bobcat Fire, quest'ultimo a meno di 25 miglia da Los Angeles.

In Oregon è minacciata la periferia sud di Portland, dove tutti i 418mila residenti della contea di Clackamas sono sotto avviso di evacuazione e almeno metà della contea sotto un ordine di evacuazione obbligatorio.

Il National Weather Service ha detto che le condizioni di fumo e foschia probabilmente continueranno nella Bay Area per il resto della settimana.

Altre Notizie