Domenica, 20 Settembre, 2020

Venere, fosfina nell'atmosfera: possibili forme di vita

La fosfina nelle nubi di Venere La fosfina nelle nubi di Venere
Acerboni Ferdinando | 15 Settembre, 2020, 03:19

La fosfina è una molecola tossica con un odore persistente di aglio e pesce morto. Ora gli scienziati si interrogano sulla provenienza: potrebbe essere qualcosa di inaspettato che potrebbe essere spiegato da altri processi.

Recentemente un team di ricercatori ha rilevato la presenza di questo gas, la fosfina: una presenza che potrebbe anche rappresentare una firma biologica. Il tipo di gas che è stato trovato infatti potrebbe essere un gas di scarto dei microorganismi. Secondo gli autori dello studio questa molecola composta da un atomo di fosforo e tre di idrogeno si trova tra le nubi di Venere con una bassa concentrazione.

Gli astronomi, spiega il comunicato della Royal Astronomical Society, hanno ipotizzato per decenni che le nuvole alte su Venere potessero offrire una casa per i microbi, fluttuando liberi rispetto alla superficie rovente, ma non hanno mai spiegato come potessero tollerare un'acidità molto elevata.

Queste nuove scoperte rinforzano le teorie, che fino a pochissimi anni fa apparivano fantascientifiche e stranissime, relative alla possibilità che la vita possa attualmente esistere su Venere, magari proprio nella sua spessa atmosfera, sostanzialmente galleggiando nell'aria. "Infatti la fotochimica delle gocce di acido solforico che formano le nubi di Venere è ancora completamente sconosciuta". "Sono necessarie ulteriori osservazioni e modelli per esplorare l'origine della fosfina nell'atmosfera di Venere".

La ricerca è stata pubblicata su Nature Astronomy.

Altre Notizie