Venerdì, 30 Ottobre, 2020

Trump soddisfatto: "Intesa tra Bahrein e Israele". Ira di Teheran

Il Bahrein è il quarto Stato arabo a fare pace con Israele13 Settembre 2020 Paolo CastellanoMondo Il Bahrein è il quarto Stato arabo a fare pace con Israele13 Settembre 2020 Paolo CastellanoMondo
Evangelisti Maggiorino | 14 Settembre, 2020, 01:23

Hamad bin Isa bin Salman al-Khalifa, re del paese del Golfo, ha infatti decretato ufficialmente la fine delle ostilità politiche nei confronti dello Stato ebraico.

In un comunicato congiunto diffuso a Washinton, Usa, Israele e Bahrein assicurano che "le parti continueranno nei loro sforzi per raggiungere una soluzione giusta, onnicomprensiva e stabile del conflitto israelo-palestinese, nell'intento di assicurare al popolo palestinese la piena realizzazione delle proprie potenzialità". "Un'altra svolta storica", ha twittato il presidente americano.

"L'UE - ha aggiunto Borrell - riconosce il ruolo svolto dagli Stati Uniti a tale riguardo e ritiene che questi sviluppi rappresentino un contributo positivo alla pace e alla stabilità in Medio Oriente". Dopo un'anticipazione in tal senso della radio militare israeliana, il presidente americano, Donald Trump, e il primo ministro israeliano, Benyamin Netanyahu, hanno confermato la notizia.

Inoltre, la delegazione di Bahrein, guidata dal ministro degli Esteri Abdullatif Al Zayani, parteciperà alla cerimonia di firma della dichiarazione di pace tra Israele ed Emirati Arabi Uniti, che si terrà il 15 settembre alla Casa Bianca. "La pace in cambio della pace".

In realtà i Paesi in questione non erano in guerra con Israele: gli accordi servono per normalizzare le relazioni, a partire da quelle diplomatiche. L'economia in cambio dell'economia.

Gli Emirati Arabi Uniti e l'Egitto hanno invece elogiato l'accordo. Abbiamo investito nella pace per molti anni e adesso la pace investe in noi. Il secondo paese arabo a fare la pace con Israele nell'arco di 30 giorni. "E' un passo significativo verso un'era di sicurezza e prosperità (.) ampliando la portata della cooperazione economica, culturale, scientifica e diplomatica", si legge in una dichiarazione del ministero emiratino.

Altre Notizie