Martedì, 27 Ottobre, 2020

Usa: incendi California, a San Francisco cielo arancione

Incendi devastanti in Oregon California e Stato di NY. Otto vittime migliaia di sfollati e 17mila pompieri impegnati contro i roghi Usa: incendi California, a San Francisco cielo arancione
Evangelisti Maggiorino | 13 Settembre, 2020, 09:35

Dopo la California, anche la governatrice dello Stato dell'Oregon, ha dovuto chiedere lo stato di emergenza.

Secondo quanto riferito dalle autorità dell'Oregon questo giovedì, oltre 500.000 persone, almeno il 10% dei 4,2 milioni di abitanti dello stato, sono state costrette ad evacuare le proprie abitazioni, a causa degli enormi incendi che dallo scorso 15 agosto stanno devastando la costa occidentale degli Stati Uniti, dalla California allo stato di Washington, sconfinando in Idaho e Montana.

L'Oregon non è l'unico stato che sta combattendo la battaglia contro i roghi.

In Oregon è minacciata la periferia sud di Portland, dove tutti i 418mila residenti della contea di Clackamas sono sotto avviso di evacuazione e almeno metà della contea sotto un ordine di evacuazione obbligatorio. Nel nord della California gli incendi proseguono ormai da più di tre settimane e il forte vento ha permesso al fronte del fuoco di avanzare per quaranta chilometri di colline e terreni montuosi.

Di positivo, però, c'è che i venti si sono ora notevolmente indeboliti, rendendo più facile combattere le fiamme. Il fumo non ha fatto penetrare i raggi del sole, e lo skyline di San Francisco, come di Oakland e Berkeley, ha acquisito diverse tonalità, fino al rosso cupo, ricordando scenari da film apocalittici.

Il portavoce del servizio forestale Terry Krasko ha suggerito che l'incendio potrebbe effettivamente essere ancora più grande.

"Non abbiamo mai visto un tale numero di incendi incontrollati nel nostro stato - ha spiegato su Twitter - Attualmente sono stati bruciati oltre 364 mila ettari, mentre negli ultimi dieci anni in media ne bruciavano 202 mila in 12 mesi".

Altre Notizie